La Veho Muvi K2NPNG è un’action cam particolarmente compatta e costruita con degli ottimi materiali. Grazie all’apposita custodia, questa videocamera sportiva può essere utilizzata fino a 100 metri di profondità. Questa action camera è anche dotata di Wi-fi e permette di girare video in Full HD 1080p a 60fps.

Veho Muvi K2NPNG

Il Nostro Voto

Dove Acquistarla al Miglior Prezzo?

 

Video Veho Muvi K2NPNG

 

Recensione Completa Veho Muvi K2NPNG

Veho Muvi K2NPNG è una action camera dalle dimensioni particolarmente ridotte ma dalle ottime caratteristiche tecniche. È in grado di filmare in risoluzione Full HD a 60 fps, scattare foto e trasferire agevolmente i file a un altro dispositivo mediante collegamento wifi.

Lo schermo LCD consente di vedere il live view delle riprese e fornisce una serie di controlli addizionali. Inoltre, viene venduta con una comoda custodia protettiva in plastica per l’utilizzo sott’acqua fino a 100 metri di profondità.

Si tratta di una videocamera sportiva decisamente interessante e che cercheremo di vedere più nel dettaglio in questa nostra recensione.

 

1. Accessori, Design e Materiali 

L’action cam Veho Muvi K2NPNG viene venduta con una ricchissima dotazione di accessori che consentono di portarla sempre con se, per poter filmare ogni genere di attività sportiva, anche quelle più estreme.

Al momento dell’unboxing, camera e accessori sono contenuti in un case in plastica rigida, imbottita all’interno con gommapiuma. Si tratta di una vera e propria valigetta a scomparti in cui sono ordinatamente riposti tutti gli accessori, in particolare al suo interno troviamo:

  • K2 MUVI™ K-Series Camera
  • Batteria e cavo USB per la ricarica
  • Custodia impermeabile
  • Custodia in silicone nero per proteggere la camera dagli urti
  • Display LCD da applicare sul retro della camera
  • Micro sd da 8 gb
  • Protettore CMOS
  • Adesivi Muvi
  • Cinturino
  • Numerosi e vari “attacchi” per sistemare Veho Muvi K2NPNG sulla bicicletta, su un caschetto, sulla tavola da surf o altro (insomma le possibilità sono davvero tantissime).

Dal punto di vista del design, Veho Muvi K2 NPNG ricorda la celebre camcorder GoPro Hero4. Rispetto a questa, però, le sue dimensioni sono di poco più larghe, come leggermente maggiore è l’estensione della lente.
Veho Muvi K2 NPNG è comunque un apparecchio molto piccolo, anzi, con misure di 6 x 4 x 2,3 cm, questo modello di videocamera ad alta definizione è il più piccolo di casa Veho presente sul mercato.

Ovviamente le cose cambiano quando la si inserisce nella custodia impermeabile, costruita in robusta plastica nera, che diventa trasparente in alcune parti, come sul retro, in corrispondenza dello schermo lcd.

L’impressione che se ne ha è davvero notevole: il materiale di costruzione sia della camera che della custodia è resistente e la sensazione è di avere tra le mani un prodotto particolarmente durevole, anche se, una volta inserita nel case impermeabile, Veho Muvi K2 NPNG diventa un po’ pesante, particolare che si avverte soprattutto quando viene montata sul caschetto.

 

2. Controlli ed Ergonomia

La parte frontale di Veho Muvi K2NPNG ospita l’obiettivo, decentrato sulla sinistra, e tre pulsanti: lo switch per l’accensione e lo spegnimento dell’apparecchio, quello per l’attivazione/disattivazione del wifi e il pulsante di avvio della registrazione dei filmati.

Veniamo ora alla parte superiore che, sulla sinistra, ospita un piccolo schermo lcd in bianco e nero sul quale è possibile leggere informazioni sullo stato della camera. In particolare, durante l’uso, il display mostra la modalità in cui si trova l’apparecchio, ovvero video o foto, la risoluzione video e relativo frame rate, lo spazio libero rimanente sulla sd card e il livello della batteria.

Accanto allo schermo si trovano un led blu, che si illumina durante la registrazione, e un led rosso che indica i diversi stati in cui si trova l’action cam: ad esempio, lampeggia durante la ricarica della batteria, mentre rimane rosso fisso quando l’apparecchio è acceso.
Sempre sul lato superiore, abbiamo altri due pulsanti, ovvero quello per fermare la ripresa video (che si azionava premendo un pulsante nel lato anteriore di Veho Muvi K2NPNG) e l’otturatore per scattare foto.

Sul resto del corpo macchina troviamo la porta HDMI, la porta Mini USB/AV Out e l’alloggiamento per la memory card, collocati tutti assieme dietro uno sportellino posto sul lato destro della camera. Inoltre, sul lato inferiore sono presenti l’attacco per il treppiede, il microfono e lo switch per il blocco della batteria.

Dal punto di vista dell’usabilità, Veho Muvi K2 NPNG sembra essere leggermente complicata, soprattutto le prime volte che viene utilizzata. Solitamente, infatti, questo genere di prodotti è molto semplice da usare, anche perché spesso durante l’attività non si ha il tempo di fermarsi a studiare quali pulsanti premere per avviare la registrazione o scattare foto. Per spiegare queste difficoltà iniziali, facciamo un esempio concreto: Veho Muvi K2 NPNG ha due diversi pulsanti per la registrazione video e per scattare foto. Premendone uno, ad esempio “video”, la camera si setta in quella modalità di ripresa, ma per far effettivamente partire la registrazione bisogna premerlo di nuovo, mentre per fermarla è necessario usare un altro pulsante ancora.

All’inizio, quindi, usare la camera senza commettere errori può risultare un po’ difficile. Inoltre, le cose si complicano ulteriormente quando la camera è racchiusa nella custodia impermeabile poiché diventa ancora più difficoltoso ricordare le posizioni dei vari bottoni e le loro funzioni. È vero che sulla custodia sono sovraimpresse le icone che ne segnalano la presenza, ma sono piuttosto difficili da vedere, specialmente durante le immersioni quando la visibilità cala drasticamente.
Quindi, fino al momento in cui le diverse posizioni e funzioni non vengono perfettamente memorizzate, l’uso di Veho Muvi K2 NPNG può risultare un po’ ostico.

Sempre a proposito di pulsanti e la loro collocazione, un’altra cosa cui stare molto attenti è la facilità con cui si può inavvertitamente premere il bottone Start Record, posto nella parte frontale della camera, specialmente durante azioni concitate o quando la si mette in tasca. Start Record infatti, è piuttosto sporgente e in evidenza per cui è importante fare attenzione a non premerlo e consumare inutilmente la batteria.

 

3. Display, Menù e Funzioni Principali

Veho Muvi K2 NPNG è dotata di due schermi lcd, uno sul corpo macchina e uno rimovibile, da applicare sul retro della camera stessa e da usare per seguire il live view della ripresa, avere sott’occhio le informazioni tecniche e a portata di mano i controlli, e poter eseguire il playback dei file registrati.
Mentre il display integrato è in bianco e nero, il MUVI K SERIES VCC A033 LCD è uno schermo da 2 pollici a colori, non touchscreen ma dotato di pulsanti fisici che consentono di svolgere diverse operazioni. Lungo il suo perimetro troviamo:

  • Pulsante di playback per visionare i filmati o le foto
  • Tasto per accedere al menù/tasto back
  • Pulsante OK per inserire l’opzione scelta dal menù
  • Pulsanti per spostarsi a destra, a sinistra, su e giù nella navigazione del menù o delle foto

Come abbiamo accennato, con questo schermo extra (presente nella versione NPNG di Veho Muvi K2 e non in quella base) è possibile accedere al menù delle impostazioni generali (M) e regolare il setup dell’apparecchio, eseguire il video e foto playback, cancellare i file oppure mettervi una protezione per non rischiare di perderli.

Se il display opzionale non è montato, si può comunque accedere facilmente al setup della camera visionandolo sul display integrato, basta ricordare le varie funzioni dei tasti.
Riportiamo qui brevemente le principali azioni da svolgere per settare l’apparecchio.
Per entrare nel menù, bisogna tenere premuto per tre secondi il pulsante Start Record, dopodiché muoversi tra le varie voci che compaiono sullo schermo tramite il pulsante Stop Record, fino a quando non compare una “M”. A questo punto si entra nel menù vero e proprio che comprende diversi sotto-menù:

Impostazioni generali della camera: da qui si possono regolare la lingua del menu, la data e l’ora, il volume degli avvisi acustici, riportare l’apparecchio alle impostazioni originali di fabbrica oppure anche formattare la micro sd card.

Impostazioni delle riprese video: in questo sottomenu si sceglie se registrare un video con o senza l’audio oppure se filmare in modalità Time Lapse. Inoltre, si impostano la risoluzione dei video stessi, l’angolo di copertura della scena, che può essere compreso tra 80° e 140°, il bitrate.

Impostazioni delle foto: Veho Muvi K2NPNG permette di scegliere tra tre diverse risoluzioni, così si possono scattare fotografie di qualità più o meno elevata a 8, 12 o 16 megapixel, fare scatti singoli o continui (ogni 0.5, 1, 2, 3, 5, 10 o 20 secondi), impostare l’autoscatto a 3, 5 o 10 secondi.

Queste sono le voci più importanti dei vari menù, ovviamente ne sono presenti anche altre, pertanto invitiamo a consultare il manuale d’uso per avere una visione completa di tutto ciò che si può regolare.

Le funzionalità principali presenti sul modello Veho Muvi K2NPNG sono la modalità di registrazione G-Sensor e la connettività wifi.

G-Sensor è una modalità di attivazione della camera in base al movimento che essa percepisce. Questo significa che quando la modalità è attiva la camera rileva un cambio di gravità nel momento in cui viene spostata, e avvia automaticamente la ripresa video senza il bisogno di premere il pulsante Start Video. Se dopo tre minuti la camcorder non rileva spostamenti, ferma la registrazione sempre in totale autonomia.

Come la maggior parte dei device tecnologici, anche Veho Muvi K2NPNG è dotata di connettività wifi, utile per usare l’apparecchio in combinazione con il proprio smartphone o tablet. Come prima cosa è necessario scaricare e installare l’app dedicata, disponibile per android e iOS, collegare i due dispositivi attivando su entrambi il wifi e iniziare a divertirsi con le diverse possibilità di interazione.

L’app ha un’interfaccia molto intuitiva e consente di comandare da remoto tutte le funzioni, nonché di modificare buona parte delle impostazioni generali della camera. Una volta avviata, vediamo uno schermo diviso in due parti: in quella inferiore ci sono quattro icone che permettono di scegliere la modalità di ripresa tra video, foto, fast shot (per riprendere più foto al secondo) e playback.

Il primo passo è dunque impostare la modalità desiderata, dopodiché avviare la ripresa utilizzando il pulsante apposito che compare nella parte superiore dello schermo, di fianco alla preview di ciò che la camera vede.

Le altre opzioni che compaiono nell’area superiore della schermata dell’app sono i tasti per lo zoom, in e out, la preview a schermo intero, l’icona delle impostazioni. Vengono inoltre mostrate le informazioni sul livello del segnale wifi, la durata della registrazione o il numero di scatti eseguiti, il livello della batteria.
Per rivedere filmati e foto è sufficiente tappare sull’icona del playback e selezionare dalla galleria ciò che interessa. È anche possibile scaricare i file sullo smartphone oppure cancellarli definitivamente dalla sd card. Se si decide di scaricarli possono essere condivisi, sempre tramite l’app, con gli amici, sui social o caricati su servizi di storage online.

Un altro uso interessante del wifi è di trasmettere in tempo reale ciò che si sta filmando ai device connessi nel raggio di 60 metri (la portata massima del segnale). Per esempio, si può fare un’immersione e trasmettere in diretta l’avventura a chi è rimasto a riva o sulla barca d’appoggio, oppure immaginare altri usi creativi che aumentino il divertimento.

Infine, Veho Muvi K2NPNG è alimentata da una batteria al litio ricaricabile da 1500 mAh che garantisce un’autonomia di circa tre / quattro ore di registrazione (dipende da alcuni fattori), mentre altrettante ore sono necessarie per la ricarica.

 

4. Qualità Lenti, Immagini e Video

Veho Muvi K2NPNG è dotata di una lente fissa, zoom digitale 10x e sensore CMOS da 16 megapixel. Per quanto riguarda il comparto fotografico, sono notevoli il tempo di esposizione minimo di 1/4096 di secondo e il numero massimo di scatti a raffica al secondo, ben 10.

La qualità delle foto è molto buona ma non ottimale: le scene ad alto contrasto di luci e ombre mostrano un po’ di aberrazione cromatica vicino ai bordi e alcune volte i colori appaiono slavati. Ma non dimentichiamo che Veho Muvi K2NPNG non nasce come macchina fotografica, e infatti non possiamo fare quasi nulla per modificare le impostazioni della fotocamera se non intervenire sul numero di scatti nella raffica o impostare gli autoscatti.

Più incisiva sulla valutazione finale è ovviamente la qualità dei video. Veho Muvi K2NPNG sfrutta il nuovo chipset Muvi XA-7 Achilles grazie al quale può registrare alla risoluzione massima di 1080p a 60 fps, così come 960p a 60 fps e 720p a 120 fps.
Dato che il prezzo dell’apparecchio è piuttosto contenuto per quello che offre, la possibilità di filmare in alta definizione è tutt’altro che trascurabile.

Anche in questo comparto la qualità generale è molto buona ma non perfetta: così come per le foto, il sensore e il chipset di Veho Muvi K2 NPNG sembrano fare fatica a gestire i forti contrasti di luce. Questo aspetto è ben visibile osservando il live view mentre si fanno le riprese: si vede a occhio nudo l’immagine che cambia non appena si adatta alle nuove condizioni di luce. Qualche problema c’è anche con la nitidezza sulla media distanza, mentre per quanto riguarda i colori dobbiamo sottolineare che sono ottimi, piuttosto naturali.

In linea di massima possiamo affermare che, se non ci sono forti contrasti nella luce ambientale, la qualità generale dei file prodotti da Veho Muvi K2NPNG è abbastanza buona.

 

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Buona qualità Video e Fotografica
  • Custodia impermeabile fino a 100 metri
  • Display LCD aggiuntivo esterno
  • Aampia dotazione di accessori
  • Molto versatile
  • Ottimo rapporto Qualità / Prezzo
  • App intuitiva e semplice da usare

svantaggi

Svantaggi

  • La qualità delle immagini cala quando c’è molto contrasto tra luci e ombre
  • Usabilità complicata all’inizio
  • Risulta un po’ pesante quando inserita nella custodia impermeabile

 

Le Nostre Opinioni

In conclusione, siamo convinti che la Veho Muvi K2NPNG rappresenti un’ottima scelta per chi vuole acquistare un’action cam senza essere costretto a spendere cifre troppo elevate.

Ciò che davvero fa la differenza con gli altri prodotti della stessa fascia di prezzo, è la dotazione di accessori compresi nella confezione, in particolare lo schermo LCD aggiuntivo e la custodia impermeabile. Infatti, andando a controllare sul sito del produttore ci si rende subito conto che acquistarli singolarmente può essere molto dispendioso. Da questo punto di vista, conviene sicuramente comprare Veho Muvi K2 in versione NPNG. Se ve lo state chiedendo, questa sigla significa No Proof No Glory ed è riferita al fatto che nella confezione sia compresa la custodia impermeabile.

Quest’ultima è davvero un valore aggiunto a un prodotto che può comunque dare molte soddisfazioni, purché che non si pretenda una qualità particolarmente professionale delle riprese e si venga a patti con l’usabilità non molto intuitiva, specie durante i primi tempi.

Non trascuriamo nemmeno la presenza della modalità G-Sensor, che rende Veho Muvi K2 NPNG assolutamente “handsfree“, ovvero utilizzabile senza mani. Ad esempio, quando ci si appresta a compiere una discesa in snowboard o in mountain bike, attivare il G-Sensor può essere molto utile perché possiamo dimenticarci di avviare a fermare le riprese manualmente.

Come abbiamo detto precedentemente, Veho Muvi K2 NPNG è un buon compromesso tra un prezzo accessibile e un corredo di accessori di tutto rispetto. Pur con qualche limite nella qualità delle immagini, è utilizzabile in ogni circostanza: in ambienti chiusi, in condizioni metereologiche difficili e anche in immersioni in mare o lago.

Inoltre, con l’app Veho e il wifi è possibile trasmettere in streaming in tempo reale ciò che si sta vivendo, direttamente a chi è collegato con noi nel raggio di 60 metri. Probabilmente questa possibilità non sarà molto sfruttata nel caso di discese con gli sci o uscite con surf, perché le distanze percorse sono decisamente maggiori, ma nel caso di un’immersione può essere molto utile anche come controllo di sicurezza.

 

Voti Finali

  • Design - 8.2/10
    8.2/10
  • Materiali - 8.5/10
    8.5/10
  • Ergonomia - 8.2/10
    8.2/10
  • Qualità Video - 8.3/10
    8.3/10
  • Qualità / Prezzo - 8.4/10
    8.4/10

Voto Totale

8.3/10

 

 

Share Button