In Fotocamere Mirrorless Sony - Recensioni
Sony Alpha 7R – Recensione

I NOSTRI VOTI

Qualità Immagine8.5
Qualità Video8.5
Maneggevolezza8.7
Dimensione Schermo8.5
Voto Totale 8.6

COSA CI PIACE
  • Corpo resistente
  • Ergonomica
  • Weather proof
  • Disposizione pratica dei controlli
  • Ingresso per audio esterno
  • Mirino elettronico a 2,4 milioni di punti
  • Ottima qualità fotografica e video
  • Funzione “Zebra” per zone sovraesposte
  • Modulo Wi-Fi con NFC
COSA NON CI PIACE
  • Schermo orientabile non touch
  • Menù complesso e macchinoso
  • Autofocus su rilevamento del contrasto
  • Velocità dello scatto continuo limitata
  • Prezzo impegnativo
SCHEDA TECNICA
  • Marca: Sony
  • Tipologia: Mirrorless
  • Megapixel: 36.4 Mpx
  • Autonomia: 340 scatti
  • Peso: 465 gr
  • Funzioni Aggiuntive: NFC, Wifi, Schermo Reclinabile, Tropicalizzazione
  • Scheda Tecnica Completa

Video Sony Alpha 7R



Recensione Sony Alpha 7R


La Sony Alpha 7R è una macchina dalle molte qualità che riesce ad avvicinarsi ai modelli più titolati. Grazie infatti al suo sensore CMOS Exmor Full-frame, la camera permette di scattare delle ottime fotografie a 36,8 Mpx, ben definite e ricche di dettagli. Il modulo Wi-Fi con NFC all’interno di un corpo weather proof, permettono una condivisione dei contenuti rapida e la realizzazione di foto e video in qualsiasi condizione atmosferica.

Il prezzo sicuramente non è molto accessibile, considerando anche il sistema di autofocus basato solamente sul rilevamento del contrasto e la velocità decisamente lenta degli scatti continui. Nonostante questi piccoli difetti, però, la Sony Alpha 7R è indubbiamente una camera che merita di essere valutata attentamente in ogni suo aspetto.

Accessori, Design e Materiali

La Sony Alpha 7R si presenta con una forma identica al modello precedente, la Sony Alpha 7, con la stessa qualità eccezionale dei materiali di costruzione di entrambe le macchine. Il corpo, infatti, è realizzato in lega di magnesio che, oltre a donarle una grande solidità agli urti, la rende anche weather proof, ossia resistente sia a polvere che ad agenti atmosferici.

Il risultato finale è una macchina con una linea essenziale ma gradevole allo stesso tempo, molto più simile a quella di una DSRL che al classico design che siamo abituati a osservare in una compatta. Grazie a questa scelta stilistica, chi utilizza la Sony Alpha 7R avrà la piacevole sensazione di lavorare con una macchina professionale e di alto livello.

La praticità rimane comunque la stessa delle camere compatte, grazie alle dimensioni di 126,9 x 94,4 x 48,2 mm e un peso complessivo di 465 g, con batteria e scheda di memoria montate. Le sue caratteristiche fisiche, quindi, permettono una sufficiente comodità di trasporto, anche all’interno delle tasche di una giacca.

Dentro la confezione avremo a disposizione una batteria ricaricabile NP-FW50, un caricabatterie a cavo, un cavo micro USB, una tracolla, un rivestimento per il corpo, una copertura per l’oculare e una per il supporto accessori. Con la batteria completamente carica possiamo arrivare alla soddisfacente quantità di 340 scatti.

Controlli ed Ergonomia

I bottoni con cui è possibile interagire per le diverse funzioni sono disposti in maniera uniforme sul corpo della Sony Alpha 7R, posizionati per essere facilmente raggiungibili. Nonostante il poco spazio, tutti i bottoni possono essere utilizzati in maniera semplice, con un giusto bilanciamento tra la rapidità di utilizzo e la sicurezza di non premerli accidentalmente.

Sulla parte frontale del corpo c’è l’attacco per obiettivi E di casa Sony, leggermente scostato sulla sinistra per lasciare spazio all’impugnatura ricoperta in gomma che facilita una presa salda ed ergonomica. Proprio sopra l’attacco possiamo vedere il rigonfiamento che ospita il mirino elettronico, la cui presenza è sempre una piacevole caratteristica.

Sul lato superiore troviamo tutti i comandi scostati sulla destra, suddivisi in ghiera per la selezione della modalità fotografica, pulsante di scatto con switch on/off, ghiera per la compensazione esposimetrica e un pulsante personalizzabile. Una rotella incassata è posizionata leggermente in avanti, proprio sull’impugnatura della macchina, per essere facilmente raggiungibile, mentre sopra il mirino troviamo una slitta per agganciare accessori esterni.

Il retro è occupato da un display LCD da 3”, sormontato dal mirino e da due bottoni, uno per accedere al menù e l’altro personalizzabile. Il lato destro dello schermo è occupato in gran parte da un profilo gommato che permette una presa salda del palmo della mano, e da una serie di comandi tra cui un pad circolare per la navigazione del menù e uno switch per la selezione della messa a fuoco.

Sul lato destro è presente il bottone per avviare la registrazione dei video e uno slot per inserire la scheda SD necessaria per salvare i file. Dalla parte opposta, invece, troviamo sia le uscite micro USB e HDMI che due ingressi mini jack per attaccare cuffie e microfono, protette da due sportelli rigidi separati. Nella base è possibile inserire la batteria oltre cha attaccare la Sony Alpha 7R a un cavalletto, grazie al foto filettato presente.

Display, Menù e Funzioni

La Sony Alpha 7R possiede uno dei migliori mirini presenti sul mercato: da 0,5”, a colori e con 2,4 milioni di punti di risoluzione, riesce a fornire una visione molto chiara e luminosa di ciò che si sta inquadrando. Mentre lo si utilizza, è facile dimenticare che si ha a disposizione un mirino elettronico piuttosto che un ottico tradizionale, anche per chi non ama molto questo tipo di tecnologia.

Il display LCD è da 3”, non touch screen ma comunque orientabile sia verso l’alto che verso il basso, e possiede una risoluzione pari a 921 mila punti. La possibilità di gestirlo con il tocco delle dita è una spiacevole mancanza, che avrebbe facilitato molto durante le operazioni di messa a fuoco. Dall’altra parte, la Sony Alpha 7R è la prima macchina in cui la casa madre ha inserito la possibilità di cambiare le dimensioni del punto di messa a fuoco, permettendo di scegliere tra grande, medio e piccolo.

Il sistema del menù è quello classico già visto in molte altre macchine Sony, abbastanza complesso e macchinoso, suddiviso in 6 macro categorie che contengono al loro interno diverse pagine. La selezione delle diverse opzioni richiede vari passaggi, non immediatamente assimilabili, che rallentano il lavoro ma che diventano più semplici con un po’ di pratica.

La Sony Alpha 7R è dotata di modulo Wi-Fi con tecnologia NFC che permette un collegamento veramente semplice tra la macchina e dispositivi esterni come smartphone e tablet. Attraverso l’utilizzo dell’app PlayMemories di Sony, è possibile scaricare i diversi contenuti realizzati e condividerli molto velocemente.

Qualità Lenti, Immagini e Video

La grande differenza tra la Sony Alpha 7R e la Sony Alpha 7 risiede nel sensore della prima, un CMOS full-frame che permette di scattare fotografie a 36,8 Mpx, diminuendo sensibilmente il divario tra questa fotocamera compatta e la realtà delle DSRL. La sensibilità ISO, inoltre, può variare tra 50 e 25600, con una velocità dell’otturatore che va da un minimo di 30 sec fino a un massimo di 1/8000 sec.

La qualità delle foto realizzate è indubbiamente di qualità, specialmente a bassi valori ISO, dove è riscontrabile un ottimo livello di definizione dei dettagli, con un bilanciamento del bianco che in modalità automatica riesce a restituire una fedele gamma cromatica. Il rumore, anche se inizia ad essere percepito a ISO 800, rimane comunque sostenibile anche a valori più alti, soprattutto se si realizzano scatti in formato RAW, nettamente superiore al JPG.

La Sony Alpha 7R mette a disposizione anche l’utile funzione “Zebra”, in cui le zone sovraesposte vengono ricoperte da linee bianche e nere, permettendo una calibrazione migliore delle impostazioni. Purtroppo, però, il sistema di autofocus, basato sulla rivelazione del contrasto, e la velocità dello scatto continuo, pari a 2,5 fps, pur essendo soddisfacenti, non sono all’altezza del modello precedente.

Ciò che invece è realmente degno di nota è la qualità dei video realizzati, che hanno una risoluzione massima di 1080p a 60 fps, valorizzata anche dalla possibilità di collegare un microfono esterno per registrare un audio più accurato.

Le Nostre Opinioni

La Sony Alpha 7R è indubbiamente una macchina dalle grandi caratteristiche che restringe di molto il divario tra il mondo delle fotocamere compatte e quello delle DSRL, grazie a una qualità fotografica e video al di sopra della media. Di grande importanza anche la possibilità di utilizzare il migliore mirino elettronico presente sul mercato, montato su un corpo ergonomico e resistente a polvere e agenti atmosferici.

Non mancano dei piccoli difetti che, in confronto alla Sony Alpha 7 e in relazione al prezzo molto impegnativo con cui la macchina è sul mercato, potrebbero far nascere dubbi su un possibile acquisto. Però, nonostante il sistema di autofocus non all’altezza delle aspettative e uno scatto continuo decisamente lento, la Sony Alpha 7R si dimostra essere una macchina perfetta per tutti i fotografi professionisti che non vogliono rinunciare a dettagli accurati e definizione dell’immagine.

Scheda Tecnica Sony Alpha 7R


  • Risoluzione Video (fino a): 1080p 60 fps / 1440p 30 fps / 480p 30 fps
  • Risoluzione Foto (fino a): 36MP / 4 FPS Burst
  • Ampiezza Display: 3 pollici
  • Display touch: no
  • Display articolato: si
  • Funzioni aggiuntive: Wifi con NFC
  • Microfono: stereo
  • Formato foto: RAW, JPG
  • Connettività via cavo: micro USB, micro HDMI, entrata microfono
  • Tutte le specifiche complete sul sito ufficiale


Sony Alpha 7R – Recensione ultima modifica: da Staff FotocameraTop

Ti potrebbero Interessare anche:

Staff FotocameraTop
Esperti da anni nel settore della Fotografia e della Tecnologia in generale, abbiamo deciso di pubblicare recensioni dettagliate su tutti i modelli di fotocamere in commercio con Test, voti e Classifiche, aiutando gli utenti ad effettuare acquisti più consapevoli e al Miglior Prezzo Online.

Lascia un Commento

Diventa il primo a commentare

Notificami
avatar
wpDiscuz