Panasonic HX-A500E-H è un’action cam indossabile particolare per la sua compattezza e per essere divisa in due parti. Questa piccola videocamera sportiva permette di fare riprese in 4K a 25 fps, è dotata di un display lcd monocromatico e può eseguire fotografie con risoluzione massima di 12 MP.

Panasonic HX-A500E-H

Il Nostro Voto

Dove Acquistarla al Miglior Prezzo?

 

Video Panasonic HX-A500E-H

 

Recensione Completa Panasonic HX-A500E-H

Panasonic HX-A500E-H è la prima wearable cam capace di filmare in 4K. Leggera, compatta, resistente alla polvere e all’acqua, è dotata sia di display LCD da 1.5″ che di sensore BSI MOS 1/2.3 per effettuare foto a 12,76 megapixel totali.

L’obiettivo proprietario ha una lunghezza focale di 3,4 mm, per poter catturare immagini e filmati a mani libere anche in modalità di visualizzazione grandangolo, mentre la retroilluminazione e lo stabilizzatore di immagine con funzionalità Level Shot migliorano e sostengono la performance della telecamera sportiva anche di notte, nonostante la mancanza di un flash.

Panasonic HX-A500E-H non è dotata di diaframma e la messa a fuoco è fissa, eppure sono presenti alcune features che potrebbero interessare anche gli appassionati o intenditori amatoriali di fotografia, come il bilanciamento del bianco, la velocità dell’otturatore (1/25 – 1/12.000) e la funzione di loop recording.

NFC e Wi-Fi completano il pacchetto delle specifiche tecniche, spostando la fotocamera digitale ancor più verso il segmento delle sports cam.

 

1. Accessori, Design e Materiali 

Non c’è dubbio che la videocamera digitale Panasonic HX-A500E-H sia leggera, dati i suoi 185 grammi totali (l’obiettivo ne pensa appena 31), soprattutto in virtù del suo curioso design composto da due unità: il corpo macchina, con display e controller, e la videocamera cilindrica attaccata al cavo, per essere tenuta indosso come una vera action cam.

Il materiale utilizzato per la struttura esterna è il polimero plastico, nei colori dell’arancione o del grigio scuro. Nonostante Panasonic non l’abbia assicurata contro gli urti, appare piuttosto solida, anche in virtù della certificazione IP5X che la rende resistente alla polvere e IPX8, che consente di portare la videocamera sportiva fino a 3 metri sott’acqua; in più il monitor è guarnito da un pannello protettivo.

Panasonic HX-A500E-H può essere posizionata direttamente dietro l’orecchio grazie agli appositi accessori forniti in dotazione, tra cui una fascia per assicurarla alla testa e una custodia con fascia per legarla al braccio e proteggerla ulteriormente da sudore e spruzzi. Nella confezione troviamo inoltre un alimentatore con uscita microUSB per la batteria integrata da 1450 mAh ai polimeri di litio, il software di editing HD Writer WE2.0, le istruzioni per l’uso e naturalmente la garanzia di 2 anni.

 

2. Controlli ed Ergonomia

Essendo un vero ibrido tra action cam e videocamera digitale, la Panasonic HX-A500E-H può essere tenuta in tasca, in una mano, legata in testa o attaccata al braccio senza il minimo ingombro o fastidio: parliamo di circa 26,5 x 68,5 mm per la lente e di circa 59,5 x 94 x 26,7 mm per il corpo macchina, sui cui si trovano lo schermo da 1.5 pollici e pochi ma pratici controller, per avere piena funzionalità dell’apparecchio anche quando si stanno eseguendo delle attività sportive.

Partendo da sinistra troviamo il pulsante di on and off, quello di avvio/termine della registrazione o cattura delle immagini, pad direzionale per entrare nel menù, selezionare le modalità e avviare il pairing con i dispositivi mobili. L’unità cilindrica inoltre, ospita solamente obiettivo e sensore.

 

3. Display, Menù e Funzioni Principali

Nonostante le ridotte dimensioni, lo schermo LCD della Panasonic HX-A500E-H permette di controllare più facilmente la visuale di ripresa, anche grazie alla sua collocazione in una struttura indipendente rispetto alla lente. È dotato di funzione automatica di stand-by quando non in uso, è infatti in grado di azzerare i consumi e rimanere acceso fino a 10 giorni; retroilluminazione e illuminazione minima 6 lx, permettono di registrare degnamente anche in notturna, ma i risultati migliori si ottengono se vi si associa la funzionalità di compensazione.

Il menù è discretamente intuitivo, dato che le opzioni sono decisamente minori rispetto a quelle offerte da una fotocamera digitale classica. A parte quella che permette di configurare l’angolo di ripresa, la velocità dell’otturatore e di avviare il Level Shot ovvero la livella, per catturare immagini nitide e stabili, le modalità più utili e interessanti sono quelle legate al bilanciamento del bianco, alla registrazione a intermittenza ed in slow motion, dato che possono essere selezionate manualmente e a piacimento. L’utente può infatti scegliere tra automatico, soleggiato e nuvoloso; due sono inoltre le impostazioni dedicate alle fotografie di interni e due le modalità di personalizzazione, mentre la registrazione è settabile a 3 sec, 5 sec, 10 sec, 30 sec, 60 sec., peccato che una volta riempito l’archivio, la videocamera sportiva rimpiazzi i file vecchi con quelli nuovi, ma è una caratteristica piuttosto diffusa nel segmento.

Tramite la modalità ‘Colour Night View’, è poi possibile riprendere a colori anche di notte; il microfono può essere silenziato o posizionato sulla modalità ‘Wind Cut’, per ridurre i rumori di fondo quando si è ad esempio in bicicletta o in piscina, inoltre tramite l’NFC e il Wi-Fi integrato è possibile controllare la action cam anche da remoto e collegarvi il proprio smartphone o tablet Apple e Android per la condivisione delle riprese e delle fotografie tramite i social media.

Con la Panasonic Image App si può avere una visuale degli scatti che si andranno ad effettuare, avviare la registrazione, scegliere la modalità di ripresa e selezionare quasi tutte le impostazioni da cui si accede dal corpo macchina, incluse quelle più specifiche legate alla resa delle immagini e quelle relative al microfono.

L’applicazione consente anche di editare le fotografie in modalità collage fino a 5 per cornice o di fare taglia e incolla tra le immagini per creare composizioni e slideshow, ma tramite il software HD Writer WE2.0 compreso nella confezione, le opzioni aumentano se si collega la Panasonic HX-A500E-H a PC; in più se si utilizza l’action cam Panasonic HX-A500 con servizi come Ustream e Lumix Club, è possibile sfruttare il collegamento alla Rete per trasmettere in streaming le proprie performance sugli sci o il panorama visualizzato durante la scalata.

 

4. Qualità Lenti, Immagini e Video

Non è tutto oro ciò che luccica, infatti Panasonic HX-A500E-H presenta alcune limitazioni che sono dovute alle sue ridotte dimensioni: non è presente il flash, né lo zoom o il diaframma, tre componenti di cui gli sportivi non sentiranno la mancanza, eppure a dispetto di quello che si potrebbe pensare, la qualità delle immagini è molto buona. Questo grazie alla velocità dell’otturatore (1/25 – 1/12.000) e al sensore BSI MOS tipo 1/2.3, che permette di ottenere immagini fisse da 8,34 megapixel effettivi (9,03 per la cattura in movimento in 16:9) abbastanza chiare e pulite; anche in condizioni di scarsa visibilità, le riprese e le foto appaiono luminose, per quanto a più basse risoluzioni inizino a perdere in nitidezza, a partire dalla periferia.

Con l’obiettivo con valore focale di 2,8 è possibile raggiungere un angolo di visualizzazione di circa 160° che però distorce significativamente la resa finale delle immagini scattate, un difetto che tuttavia ci sentiamo di abbonarle, dato che è tipico delle fotocamere sportive. La messa a fuoco è fissa e la distanza minima è pari a 50 cm; il pezzo forte della Panasonic HX-A500E-H non sono infatti né le macro né le riprese a lunga distanza.

Rispetto alle videocamere sportive concorrenti, questo apparecchio è in grado di girare filmati ad alta definizione in formato MP4, mantenendo i colori fedeli e i dettagli ricchi e ben distinti, anche quando non impostato per il 4K, anche se è solo con questa modalità che è possibile attivare lo stabilizzatore di immagini, molto efficiente sia durante un’escursione in montagna che nelle riprese in condizioni estreme; una qualità che si paga con 34MB di spazio occupati per soli 11 secondi di video senza audio, ma la velocità del processore Crystal Engine Pro+ è piuttosto buona, difatti consente di passare da uno scatto all’altro in maniera abbastanza rapida.

Peccato non sia presente anche la modalità di riproduzione simultanea né quella di creazione delle foto dai video. Peccato anche che Panasonic non abbia munito la sua action camera di jack per l’uscita delle cuffie. Un’altra caratteristica di cui si sente la mancanza è infine il GPS, che permetterebbe di unire ai fotogrammi catturati le coordinate di geolocalizzazione, un aspetto che ormai è presente in molti dispositivi di questa categoria.

 

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Leggera e compatta
  • Struttura separata per avere un maggior controllo della visuale
  • Buona qualità delle riprese video (soprattutto in condizioni di scarsa luminosità)
  • Impermeabile e resistente alla polvere
  • Video in 4K e Full HD
  • Modalità ‘Wind Cut’ per il microfono
  • Stabilizzatore e livella
  • Opzioni di editing
  • NFC e Wi-Fi integrati

svantaggi

Svantaggi

  • La qualità delle riprese in 4K poteva essere leggermente migliorata
  • Molte modalità non sono attivabili sul 4K e sul Full HD a 50 fps
  • Non sono presenti lo zoom, il diaframma, il flash e l’uscita per le cuffie
  • Non si possono estrarre le foto dai fotogrammi del video direttamente dal dispositivo
  • Manca il GPS

 

Le Nostre Opinioni

La Panasonic HX-A500 si è rivelata essere una wearable cam più che interessante. Date le sue prestazioni ed il design ‘hands free’, si colloca nel segmento delle action cam di fascia medio / alta; offre infatti immagini e riprese di buona qualità, anche ad alta risoluzione e in condizioni di scarsa luminosità, sia grazie al sensore BSI MOS 1/2.3 che allo stabilizzatore elettronico d’immagini, che permette di ridurre tremolii e vibrazioni anche durante una semplice passeggiata.

La certificazione IPX8 garantisce resistenza all’acqua fino a 3 metri, cosicché la videocamera sportiva possa essere utilizzata anche in piscina e sulla neve; grazie anche alle 5 + 2 modalità di bilanciamento del bianco e alla velocità dell’otturatore da 1/25 – 1/12.000, le foto appariranno nitide e chiare con colori abbastanza naturali.

Infine, protocollo NFC e wireless integratati, consentono il controllo a distanza dell’action cam, la condivisione e lo streaming live delle riproduzioni.

 

Voti Finali

  • Design - 8.4/10
    8.4/10
  • Materiali - 7.8/10
    7.8/10
  • Ergonomia - 7.7/10
    7.7/10
  • Qualità Video - 8/10
    8/10
  • Qualità / Prezzo - 8.3/10
    8.3/10

Voto Totale

8/10

 

 

Share Button