La Nikon D810 è una fotocamera reflex con sensore CMOS FX da 36,3 megapixel privo del filtro low-pass, un processore d’immagine EXPEED 4 e con autofocus veloce e preciso. La velocità dello scatto continuo nel formato FX è di 5 fps, mentre in dx è di 7 fps. Registra video a 1080p @24, 30 e 60 fps e l’autonomia della batteria permette circa 1200 scatti e 40 minuti di video.

Nikon D810

Il Nostro Voto

Dove Acquistarla al Miglior Prezzo?

 

Video Nikon D810

 

Recensione Completa Nikon D810

La reflex Nikon D810 è una delle migliori fotocamere professionali presenti sul mercato e ha preso il posto delle Nikon D800 e Nikon D800E.

Rispetto al modello precedente, la Nikon D810 offre agli utenti tantissime migliorie sia al corpo macchina che all’equipaggiamento hardware, unendo alla qualità delle immagini un’incredibile velocità di scatto.

Da un punto di vista tecnico, i miglioramenti più importanti sono l’assenza del filtro passa-basso sul sensore CMOS da 36,3 megapixel e l’innovativo processore di elaborazione delle immagini Expeed 4 che garantisce un’elevata qualità d’immagine ed una gamma della sensibilità ISO molto elevata.

Con la Nikon D810, gli ingegneri giapponesi hanno introdotto interessanti novità anche a livello software, proponendo ai fotografi una macchina con nuove funzioni di tipo avanzato grazie alle quali è possibile ridurre al minimo le vibrazioni sia durante lo scatto che nelle riprese video.

Da segnalare anche l’ottimo sistema autofocus a 51 punti di rilevazione grazie al quale si possono scattare delle fotografie a piena risoluzione fino ad una velocità di 7 fps.

La Nikon D810 è inoltre in grado di registrare filmati in formato Full-HD con una frequenza dei fotogrammi di ben 50p/60p, caratteristica grazie alla quale ogni scena viene catturata con rigorosa precisione e fluidità.

1. Accessori, Design e Materiali 

La confezione di Nikon D810 contiene diversi accessori tra cui: il coprimonitor, sebbene il monitor sia in vetro temperato che in teoria non ha bisogno di essere protetto, il tappo per il corpo, la batteria Li-ion ricaricabile, il caricabatteria, il cavo USB con ferma-cavo, la cinghia da polso, il ferma-cavo HDMI, il cd con il software View NX2, le informazioni di garanzia e il manuale d’uso.

La scocca è in lega di magnesio e il corpo è tropicalizzato per essere usato anche durante la pioggia o in presenza di sabbia e polvere. Le sue dimensioni sono importanti, così come il peso che potrebbe essere un problema per la maneggevolezza: Nikon D810 pesa quasi 1 kg con la batteria inserita e senza obiettivo.

Il design della Nikon D810 è molto simile a quello della Nikon D800 e Nikon D800E, con l’impugnatura pronunciata e i materiali costruttivi di elevata qualità e assemblaggio. Rispetto ai modelli precedenti, però, alcuni tasti sono stati spostati. Ad esempio, sul retro della macchina, ora c’è un nuovo pulsante (I) info alla destra del monitor LCD, mentre il selettore del modo di esposizione è stato eliminato e i relativi comandi spostati in alto a sinistra del mirino.

A parte questi piccoli cambiamenti del layout, molti altri aspetti sono simili ma è importante sottolineare come, rispetto alla Nikon D800, la Nikon D810 abbia delle funzionalità e dei componenti che sono stati notevolmente migliorati.

 

2. Controlli ed Ergonomia

Nikon D810 ha un corpo solido, tropicalizzato, rivestito di gomma dura che ne accentua il grip, l’impugnatura è ampia e le dita vi si accomodano bene ma al tempo stesso risulta anche decisamente pesante, tanto che un eventuale utilizzo con una sola mano, non risulterà molto confortevole. Stiamo comunque parlando di una reflex top di gamma, la sensazione finale è quella di avere tra le mani un prodotto di estrema solidità e con qualità dei materiali di costruzione di alto livello.

Per quanto riguarda i controlli, nella parte superiore alla sinistra del mirino, troviamo la ghiera del modo di scatto con il relativo tasto di blocco e i pulsanti QUAL, WB, ISO e quello per la selezione della misurazione esposimetrica. Il tasto QUAL consente di scegliere la qualità del file, selezionabile tra: NEF, TIFF, Jpeg Fine, Jpeg Normal, Jpeg Basic, NEF+Jpeg Fine, Normal o Basic.

Con la ghiera del modo di scatto, invece, si può impostare l’apparecchio su Fotogramma singolo, Continuo a bassa velocità, Continuo ad alta velocità, Scatto discreto, Scatto continuo discreto, Autoscatto e M-Up, che serve a ridurre i movimenti della fotocamera quando si usa un teleobiettivo.

Alla destra del mirino, direttamente sulla curva dell’impugnatura, troviamo invece la ghiera secondaria, il cui uso può essere personalizzato, il selettore on/off, il pulsante di scatto, il pulsante per la compensazione dell’esposizione, quello per la registrazione dei filmati e il pulsante MODE che serve per scegliere le modalità di scatto P, S, A, M.

Anche la parte frontale è ricca di controlli, in particolare in alto a sinistra troviamo il pulsante per il bracketing, quello per il sollevamento del flash, il pulsante del modo AF, il selettore di messa a fuoco (AF o MF), mentre i pulsanti personalizzabili Pv e FN si trovano alla destra dell’obiettivo.

Infine, la parte posteriore, comprende i tasti per la riproduzione e il cestino in alto alla sinistra del mirino, e quelli AE-L/AF-L, per il blocco dell’esposizione, e AF-ON, per la scelta della modalità di messa a fuoco, alla sua destra.

Alla sinistra del monitor LCD partendo dall’alto, ci sono il pulsante MENU per accedere al menù principale dell’apparecchio, il pulsante “?” Guida, il pulsante zoom in, che può ingrandire la vista nel monitor fino a 23X, il pulsante zoom out e il pulsante OK, che si usa per muoversi all’interno del menù.

Alla destra del display, invece sono presenti il multi-selettore a 4 vie per muoversi nel menù o sulla superficie della foto quando la fotocamera è in modalità riproduzione, il blocco del selettore di messa a fuoco, il pulsante Lv, il selettore live view che può essere regolato su foto o video, il pulsante INFO che visualizza le informazioni di ripresa quando si fotografa mediante mirino, e infine il pulsante “i” per accedere velocemente alle impostazioni usate in maniera più frequente nei modi riproduzione, fotografia tramite mirino, fotografia live view e filmato ripreso con live view.

 

3. Display, Menù e Funzioni Principali

Il display di Nikon D810 è un LCD fisso con diagonale di 8 cm e 1,228 milioni di punti. Non si autoregola in base alla luminosità esterna ma è necessario farlo a mano, entrando nel menù di configurazione. Un piccolo neo per una fotocamera dalle eccellenti caratteristiche tecniche.

L’altro monitor si trova sulla spalla della fotocamera, è un lcd monocromatico che mostra le impostazioni della fotocamera quando viene accesa. I valori presenti comprendono, tra gli altri, il modo dell’esposizione, il tempo di posa, l’apertura del diaframma, il bilanciamento del bianco e il modo di messa a fuoco.

Il menù è quello che già tante volte si è visto sulle fotocamere Nikon: è composto da tante tab, in questo caso specifico 6, associate a diversi colori per facilitare la navigazione. I tab hanno quest’ordine: Riproduzione, Ripresa, Personalizzazioni, Impostazioni, Ritocco e Mio Menù.

Il menù e la fotocamera, sono stati progettati per dare al fotografo la possibilità di configurarli e personalizzarli al massimo. Chi ha già dimestichezza non dovrebbe trovare particolari difficoltà nella navigazione del menù, che a nostro avviso, sebbene con tante voci rimane comunque intuitivo.

Navigando al suo interno si possono trovare e attivare diverse utili funzionalità. Ad esempio nel menù Ripresa c’è una voce che permette di regolare il livello del segnale acustico emesso dalla fotocamera in corrispondenza dell’inizio o fine di determinate azioni, oppure si può attivare l’opzione D-Lighting che regola l’esposizione prima della foto per ottimizzare la gamma dinamica. Sempre dal menù Ripresa si può selezionare lo scatto HDR che combina più scatti fatti a diverse esposizioni per preservare i dettagli alle alte e basse luci.

Un’intera sezione del menù è dedicata al fotoritocco delle immagini presenti sulla memory card. Le opzioni tra cui scegliere sono numerose e comprendono, ad esempio, la rimozione degli occhi rossi, il fisheye, l’effetto miniatura, il ridimensionamento e la rifilatura delle immagini.

Per quanto riguarda la batteria al litio, Nikon D810 monta il modello Li-ion EN-EL 15, che garantisce un’autonomia di 1200 scatti circa e 40 minuti di filmati. La sua durata è nominale, in quanto dipende molto dall’uso che si fa del live view.

Per quanto riguarda le memory card, sono presenti due alloggiamenti uno per schede SD e l’altro per le compact flash (CF). È possibile impostarne uno come primario e decidere la funzione di quello secondario, che può essere Eccedenza (quando la card primaria è piena viene usata quella secondaria), Backup (tutte le immagini vengono memorizzate su entrambe le schede) e Raw Primario – Jpeg Secondario (per salvare le immagini nei due formati). Le card supportate sono di tipo SD e CF.

 

4. Qualità Lenti, Immagini e Video

Nikon D810 ha un sensore d’immagine FX da 36,3 megapixel che lavora in accoppiata con il processore EXPEED 4, in grado di produrre foto molto nitide e ricche di dettagli. Il connubio assicura una sensibilità ISO nativa tra 64 e 12.800 e, inoltre, consente di scattare foto con una raffica di 5 fps in modo FX (7 fps in DX).

L’estrema nitidezza che caratterizza le foto scattate con NIkon D810 è dovuta anche al fatto che il sensore è privo del filtro low-pass, ovvero un filtro che solitamente è presente nella maggior parte delle fotocamere, specialmente quelle di fascia più bassa, allo scopo di eliminare dall’immagine le informazioni alle alte frequenze e ridurre sia l’effetto moiré sia i falsi colori.

Per quanto riguarda la qualità delle foto prodotte in jpeg, fino a 12.800 ISO è ottima, discreta a 25.600 mentre i dettagli si perdono a 51.200. Ma per ottenere il massimo da questa fotocamera reflex, il consiglio è di scattare sicuramente in raw. Nikon D810 può catturare immagini da 36 megapixel a 12 o 14 bit di profondità. A questa risoluzione, anche le foto riprese a 25.600 ISO mostrano una quantità notevole di dettagli anche se sono sono un po’ granulose. A 51.200 il rumore è evidente ma le foto postprodotte sono comunque usabili.

Anche il comparto video offre prestazioni d’eccellenza e funzionalità che possono fare gola anche ai videomakers professionisti. Tra queste c’è la possibilità di riprendere video non compressi tramite la porta HDMI e di memorizzare i file di grandi dimensioni che si generano su un dispositivo esterno. Altre funzionalità comprendono lo Zebra Pattern, che consente di visualizzare in tempo reale sul monitor le zone dell’immagine sovra e sottoesposte, volume audio regolabile e presa per un microfono esterno.

Con Nikon D810 si possono riprendere filmati Full HD 1080p @ 60 – 50 – 30 – 25 o 24 fps in formato H.264/MPEG-4. Durante le riprese è possibile regolare le impostazioni come la risoluzione, la sensibilità ISO o anche il modo AF. I video, come le fotografie, mostrano una gran quantità di dettagli e la gamma dinamica è molto ricca. A questo proposito, segnaliamo la presenza dell’opzione Flat della funzionalità Picture Control, che consente di riprendere immagini con una gamma dinamica superiore.

Ma per un video maker la qualità dell’immagine è importante tanto quella dell’audio, per questo la fotocamera consente non solo di controllare sullo schermo il livello dell’audio durante la ripresa, ma anche di regolare la sensibilità del microfono, la risposta in frequenza e di attenuare il disturbo del vento attivando il filtro taglia-basso del microfono integrato.

Nikon D810 può riprendere anche video Time Lapse formati da un massimo di 9.999 foto, per una sessione della durata massima di 8 ore.

L’unico neo rilevato in questo ambito riguarda il peso della fotocamera che può risultare fastidioso quando si effettuano sessioni di riprese a mano libera.

 

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Sensore full frame da 34,3 megapixel
  • Assenza del filtro low-pass
  • Corpo macchina robusto e tropicalizzato
  • Eccellente qualità dei materiali di costruzione
  • Mirino ampio e ben luminoso
  • Sistema di autofocus a 51 punti
  • Menù ben strutturato e intuitivo
  • Pulsanti personalizzabili
  • Ampia sensibilità ISO
  • Qualità delle foto di alto livello
  • Ottima qualità delle riprese video (nitidi e fluidi in Full HD a 60 fps)
  • Ampia gamma dinamica
  • Doppio slot per memory card

svantaggi

Svantaggi

  • Peso
  • Assenza del Wifi e del GPS
  • Autofocus lento nel live view
  • Schermo non basculante e non sensibile alla luminosità esterna

 

Le Nostre Opinioni

La Nikon D810 è senza dubbio una delle migliori fotocamere reflex professionali presenti attualmente sul mercato. Ha un sensore full frame privo di filtro low-pass, caratteristica che le consente di riprendere immagini molto più nitide e dettagliate della media. È dotata di un sistema di autofocus da 51 punti veloce e reattivo, in grado di seguire i soggetti in movimento senza particolari problemi.

Tra i suoi numerosi punti di forza ci sono la resa ad alti ISO, specialmente per le foto scattate in raw, e la possibilità di registrare video non compressi che vengono salvati su una memoria esterna. La presenza del doppio slot delle schede di memoria permette di usarne una come backup per avere maggiori sicurezze di non perdere i propri file.

Dal punto di vista dell’usabilità, Nikon D810 può risultare scomoda: sebbene i pulsanti siano comodi, la fotocamera è pesante e alla lunga potrebbe risultare difficile da reggere in mano, specialmente quando si fanno riprese video a mano libera.

Trattandosi di una fotocamera reflex professionale e quindi anche particolarmente costosa, sicuramente non la consigliamo ai principianti e a chi vuole entrare nel mondo full frame ma piuttosto ai fotografi professionisti in cerca di una reflex top di gamma.

 

Voti Finali

  • Design - 9.2/10
    9.2/10
  • Materiali - 9.3/10
    9.3/10
  • Ergonomia - 9.5/10
    9.5/10
  • Qualità Immagini - 9.5/10
    9.5/10
  • Qualità Video - 8.8/10
    8.8/10
  • Qualità / Prezzo - 8.8/10
    8.8/10

Voto Totale

9.2/10

 

 

Share Button

Ti potrebbero interessare anche: