Migliore Action CamQual è la Migliore Action Cam per le tue esigenze? Troppi modelli e non sai Quale Action Camera Comprare?

In questa pagina troverete la nostra selezione con tutte le Migliori Action Cam di quest’anno.
La nostra classifica sarà costantemente aggiornata con tutte le Videocamere Sportive Consigliate che abbiamo recensito per voi, prendendo in considerazione gli elementi più importanti come la qualità dei video, la qualità dei materiali, le funzionalità e soprattutto il rapporto qualità / prezzo.

Per ogni modello di fotocamera sportiva, troverete dei comodi bottoni che vi reindirizzeranno direttamente al Prezzo Più Basso su Amazon ed Ebay.

Inoltre vi consigliamo di leggere la nostra guida semplice su Come Scegliere una Action Cam.

Le Migliori

Le Migliori Action Cam

 

La Migliore Action Cam per riprese in Full HD

GoPro Hero4 Silver Edition

GoPro Hero4 Silver


GoPro Hero4 Silver Edition: GoPro HERO4 Silver è la action cam da 12 MP con Wi-Fi integrato e schermo touch che garantisce accesso rapido ad un ventaglio di opzioni utili, tra cui visualizzare il panorama, rivedere gli scatti effettuati, far partire i video nonché gestirne il framerate.
Anche per questa versione, GoPro non ha perso le sue caratteristiche fondamentali di semplicità e rapidità. Sulla parte superiore della scocca, del peso di 82 grammi, della HERO4 Silver troviamo infatti il tasto per scattare e selezionare; basta inserire la microSD (non offerta in dotazione) per iniziare a memorizzare foto e video. La funzione QuickCapture in particolare, è quella che permette a questa videocamera sportiva di avviare le registrazioni in movimento anche quando è in modalità off, ma la qualità dei filmati è pressocché simile a quella offerta dalla sua precedente versione. Oltre alla possibilità di girare video a 720p 120 fps, 960p 100 fps, 1440p 48 fps e 2.7K 30 fps, è infatti presente anche l’opzione a 4k ma ad una qualità molto inferiore rispetto al 1080p 60 fps.
Anche con la GoPro HERO4 Silver è possibile effettuare scatti a raffica, selezionare l’opzione Auto Low Light per l’adattamento automatico del framerate in base alla quantità di luce (decisamente migliorato), nonché dilettarsi con gli aspetti più professionali di foto e video come ISO e bilanciamento del bianco. Per quanto riguarda l’aspetto fotografico, questo modello si distingue per la funzione di Protune, atta ad offrire il massimo della personalizzazione sia durante gli scatti che in post-produzione, e il Night Photo, presente anche in versione Lapse fino ad un massimo di 30 scatti al secondo, per l’esposizione notturna.
Ma la caratteristica più interessante di questa GoPro HERO4 Silver, sta nello spettro di funzionalità fornito dalla app per utenti Android e iOS, che permette di avere, in un unico spazio, la visuale sugli scatti e la possibilità di cambiare modalità fotografica o di passare ai filmati; in più con l’opzione HiLight Tag è possibile selezionare i punti salienti dei video in fase di registrazione, non solo per facilitarne la riproduzione ma anche la condivisione.
Grazie alla connessione wireless integrata e al protocollo Bluetooth infatti, gli utilizzatori possono visionare, in qualunque momento, le proprie produzioni anche in streaming, nonché decidere di scaricarle sul proprio telefonino.
Più preciso anche il suono, grazie al nuovo microfono integrato e alla custodia indoor per catturare l’audio, mentre l’astuccio subacqueo può essere portato fino a 40 metri di profondità ed è altamente compatibile con una gran varietà di accessori forniti dalla casa madre: dalla ventosa per scatti in assoluta immobilità, al monopiede allungabile per panoramiche e selfie, fino ad arrivare al telecomando, per effettuare foto e video anche a distanza, e all’imbracatura per cani.
GoPro HERO4 funziona con una batteria agli ioni di litio da 1160 mAh; l’autonomia a display e Wi-Fi spenti è di circa 2 ore. La confezione non comprende il caricabatterie esterno ma oltre alle 2 back cover già citate, viene offerta insieme ad un’ulteriore custodia, impermeabile fino a 40 metri di profondità, munita di pellicola protettiva pensata appositamente per lo schermo, manuale in inglese, garanzia di 2 anni e la possibilità di scaricare gratuitamente dal sito sia le istruzioni d’uso in italiano che il programma proprietario di elaborazione e montaggio.

>> Leggi la nostra Recensione sulla GoPro HERO4 Silver

 

La Migliore Action Cam per Riprese Ultra HD in 4K

Sony FDR-X1000VR

Sony FDR-X1000VR


Sony FDR-X1000VR: Sony FDR-X1000VR è la fotocamera sportiva ultra HD da 8,8 Megapixel con Sensore CMOS Exmor R retroilluminato, che permette di girare video in 4k ad altissimo bitrate.
Questa telecamera indossabile ha un ingombro superiore rispetto alle sue concorrenti, ma offre un’ampia gamma di opzioni difficili da trovare su una comune action cam. Come ad esempio lo stabilizzatore d’immagine SteadyShot e l’antenna GPS con relative funzioni a schermo per visualizzarne il profilo aerodinamico.
Ad aiutare gli utenti nella realizzazione delle loro opere in movimento, c’è la lente Zeiss Tessar con angolo di 170° e il codec video XAVC S a 1080/60p e 4K/30p pensato per i professionisti del filmato, che potranno sbizzarrirsi con la funzione Time Code, per sincronizzare tra loro filmati provenienti da più action cam a marchio Sony.
Acquisire i video è semplicissimo, basta infatti premere sul pulsante REC posto sul lato superiore, mentre grazie al kit Smart Remote e alla app per smartphone e tablet PlayMemories Mobile, è possibile gestire la Sony FDR-X1000VR anche da lontano, dato che il dispositivo si collega rapidamente sia con protocollo Bluetooth che NFC.
Le opzioni di ripresa sono purtroppo un po’ limitate, ma includono quelle classiche presenti in quasi tutte le sports cam: il Motion Shot LE ovvero gli scatti in sequenza (in tre modalità diverse a 10 fps/1 secondo, 5 fps/2 secondi, e 2fps/5 secondi), e la possibilità di girare video in loop, anche con intervalli di 5, 20, 60 e 120 minuti.
Poche anche le regolazioni della qualità delle immagini offerte da Sony, ma i video, anche quelli a più alto bitrate, presentano un’ottima fluidità; gli scatti con la FDR-X1000VR sono nitidi ed i colori vivaci (la risoluzione massima è di 3952 x 2224 pixel), ma purtroppo la batteria ha una durata molto ridotta.
Il punto forte di questa camera sportiva sta nei video a 100 Mbps, che però necessitano di una mini scheda SD di livello 10. Buona anche la qualità audio, molto più pulita grazie al Wind Noise Reduction che riduce il fischio del vento, mentre rimane immutato l’aggancio a vite waterproof posto nella parte inferiore della scocca, compatibile con molti degli accessori presenti a catalogo: dal classico treppiede al supporto per casco, fino allo snodo per attaccare la fotocamera al telaio della bici.
Tramite il display LCD e i due pulsanti è possibile regolare manualmente l’esposizione e il punto del bianco, per quanto attraverso la app, disponibile sia per dispositivi iOS che Android, si ha una visione più semplificata, nonché la possibilità di condividere i clip su Facebook e YouTube grazie alla connessione Wi-Fi integrata, magari dopo averne selezionato e montato in automatico le scene più significative utilizzando la funzione Highlight Movie Maker.
Ai creativi, Sony ha deciso di regalare il software Action Cam Movie Creator, utile però non solo a lavorare in post-produzione su PC e Mac OS, ma anche a gestire i dati GPS che si vuole vengano mostrati in sovraimpressione sulla Sony FDR-X1000VR.
La confezione non presenta il caricabatterie ma un cavo utile ad inizializzare il collegamento di rete. La action cam viene venduta sia in versione Body + Kit Base con custodia impermeabile e Kit Telecomando Live View, per gestirne le funzioni anche a distanza.

>> Leggi la nostra Recensione sulla Sony FDR-X1000VR

 

La Migliore Action Cam Compatta – Qualità / Prezzo

GoPro HERO4 Session

GoPro HERO4 Session


GoPro HERO4 Session: GoPro HERO4 Session è la più piccola della nota casa americana che ha lanciato le action cam, grazie ai suoi 8 mm di altezza, 38 mm di larghezza e 36,4 mm di profondità in 74 grammi di peso.
Questa telecamera sportiva da 8 Megapixel, permette di realizzare fotografie e video full HD (da 1440p 30/25fps, 1080p 60, 50, 30, 25fps, 720p 100, 60, 50, 30, 25fps) premendo su un unico pulsante, lo stesso posizionato sul lato superiore che ne garantisce l’accensione, e che se toccato per l’interruzione della registrazione, spegne anche l’apparecchio: una feature che ne ottimizza l’utilizzo in condizioni estreme.
Nonostante abbia una scocca ridotta del 50% rispetto alle altre HERO4, la GoPro HERO4 Session è stata studiata per offrire massima flessibilità e versatilità in diverse condizioni di utilizzo. Può essere portata anche sott’acqua fino a 10 metri, senza la necessità di acquistare il case stagno opzionale per proteggerla, e presenta basi di fissaggio snodate per adattarsi velocemente sia a frame dal minimo ingombro che al montaggio a sgancio rapido con giunto a sfera per le selfie.
Elevata la qualità video, che offre nitidezza e realismo anche a fps più elevati, inoltre per questo modello, GoPro conferma la presenza del Time Lapse per effettuare fotografie ad intervalli di 0,5-60 secondi, ma per chi desideri una velocità di scatto superiore a quella classica, è presente anche l’opzione Foto Burst (fino a 10 fotogrammi al secondo). Gli amanti dei clip in slow motion, possono avviare la funzione corrispondente per realizzare rallenty scorrevoli con risoluzione da 720p a 100fps, mentre la funzione classica di Multiscatto e Looping Video permettono di fermare in più fotogrammi l’evoluzione del tempo.
Anche questa sports cam consente di effettuare riprese con visione ultra-wide, grazie alla funzione SuperView presente anche nelle altre HERO4. Sì di GoPro anche alla regolazione intelligente del framerate in base alle condizioni di luce (Auto Low Light) e al Protune, per girare video di qualità cinematografica. Ma la vera novità della linea è la funzione HiLight Tag, che permette di contrassegnare i momenti più belli delle proprie riprese via connessione wireless integrata, avviabile tramite un micro-pulsante posto sul retro. La connessione Bluetooth invece permette il pairing con smartphone e tablet e preserva la batteria quando il Wi-Fi non è in uso.
Integrato anche l’audio, che riesce a mantenersi di buona qualità grazie ai due microfoni presenti sulla parte anteriore e posteriore. In condizioni di forte vento, GoPro HERO4 Session è infatti in grado di scegliere il microfono più adatto ad una cattura audio migliore.
Gli aficionados sono abituati a gestire tutte le feature dei device GoPro senza l’uso di uno schermo, ma con l’aggiornamento 1.5 regolare la risoluzione dei clip, accedere alle impostazioni e stabilire l’ampiezza del grandangolo può essere fatto direttamente dalla GoPro HERO4 Session, non è necessaria neanche la GoPro App gratuita, per quanto ci si potrebbe affidare anche al telecomando GoPro Smart Remote (venduto separatamente).
GoPro HERO4 Session viene venduta anche in versione Surf, con supporto per spina FCS e per la tavola. Le caratteristiche tecniche sono le stesse, inclusa la batteria agli ioni di litio da 1000 mAh con 2 ore di autonomia. Insomma, per la fascia di prezzo in cui è collocata questa videocamera sportiva, abbiamo deciso di classificarla come la migliore action cam qualità / prezzo.

>> Leggi la nostra Recensione sulla GoPro HERO4 Session

 

La Migliore Action Cam con Funzioni di Editing Video Intelligenti

TomTom Bandit

TomTom Bandit


TomTom Bandit: TomTom Bandit è una action cam di forma cilindrica che offre video fino a 4k e foto a 16 MP anche sulla neve, grazie al suo obiettivo a prova di spruzzi che diventa impermeabile fino a 50 metri con case aggiuntiva opzionale.
Su questa telecamera sportiva di origini olandesi, sono presenti le funzionalità classiche di Time-lapse (1080p30 / 4k30) e Slow Motion (1080p x2 / 720P x4 / WVGA x6), supportati da un’app semplice ed estremamente intuitiva, nonché da materiali e rifiniture solide e sofisticate che ne portano il peso a 190 grammi.
La sua struttura a matrioska è composta dal corpo centrale sui cui è montato l’obiettivo, e da un corpo esterno nominato Batt-Stick®, che può essere sganciato. Grazie ad una sorta di meccanismo a ghiera, TomTom Bandit può essere fatta ruotare di 180° ed essere bloccata quando necessario senza bisogno di staccarla dalla sua sede; per modificarne l’orientamento di ripresa, basterà solo cambiare il tipo di impugnatura del manico. Purtroppo però ogni step comporta un ‘click’ che viene percepito dal sistema audio. Il lato positivo della Batt-Stick® sta nell’offrire un alloggiamento sicuro alla batteria da 1900 mAh ma anche alla microSD classe 10, che garantisce riprese non-stop per un massimo di 3 ore; inoltre si completa di uscita USB per scaricare foto e video sul computer senza bisogno di cavi.
Nonostante sia un prodotto di fascia alta, gestire TomTom Bandit è particolarmente facile e intuitivo, grazie al software proprietario in italiano e alle semplici opzioni controllabili tramite il pad posto in posizione superiore. Diverse le modalità di risoluzione: che vanno dal nuovissimo 4K a 15fps (di qualità però non encomiabile), ai video 2.7K a 30fps chiamato Cinematic, fino ai 1080p a 30/60fps e 720p a 120fps di ottima qualità; buona anche la performance del microfono.
Tramite il mirino della app proprietaria, presente sia per apparecchi iOS che Android, è possibile avere una visione self-oriented di ciò che si desidera fotografare o rivedere, oltre che visualizzare le impostazioni e scaricare gli aggiornamenti. Inoltre l’editing dei filmati avviene molto semplicemente a schermo, tramite la funzione di drag-and-drop, mentre scuotendo il telefono è possibile creare gli highlights dei video, e con la wireless integrata condividerli in pochi attimi sui social.
Ma la vera chicca di questa sports cam sta nella presenza del GPS e dei sensori di movimento, che misurano velocità, gravità, altitudine, rotazione e pulsazioni dell’utilizzatore, per dare maggior realismo ad ogni prova fotografica e filmica. Un’altra trovata interessante sta nella possibilità di utilizzare la funzione di sgancio posteriore per sostituire il vetro del copriobiettivo nel caso si graffiasse: una feature non resa disponibile di norma sulle comuni action cam.
Il pacchetto base include l’app Bandit, per utenti iOS e Android, con cui è possibile editare e condividere in pochi secondi video e foto, (magari dopo il pairing tramite Bluetooth Smart), nonché i supporti di base e l’adattatore per GoPro, mentre nel pacchetto Premium sono compresi 5 accessori: il telecomando, il supporto per mountain bike, il coperchio impermeabile a tutela dell’obiettivo, la staffa per la visuale a 360° e il cavo di alimentazione.

>> Leggi la nostra Recensione sulla TomTom Bandit

 

La Migliore Action Cam con GPS

Garmin VIRB XE

Garmin VIRB XE


Garmin VIRB XE: Garmin VIRB XE è una telecamera indossabile dal design piuttosto solido e sportivo, che offre registrazioni video a 1440p 30, 1080p 60, 960p 100, 720p 120 e 480p 240.
Si tratta di una videocamera per lo sport resistente all’acqua anche senza una custodia, può essere immersa fino a 50 metri di profondità, sostiene temperature particolarmente alte (45 °C) e piuttosto basse (-20 °C), inoltre, al pari della TomTom Bandit, possiede un sistema, denominato G-Metrix™, che agisce tramite appositi sensori, da accelerometro, giroscopio e da misuratore della forza di gravità e permette di inserire a schermo i dati delle statistiche, cosicché possano apparire durante la riproduzione dei filmati, grazie al software Garmin Virb Edit per PC e Mac, che unisce a scelta anche il battito cardiaco o i dati relativi ai giri del motore della propria auto.
Con Virb Edit è inoltre possibile tagliare, montare e allegare una colonna sonora ai video. La batteria rimovibile ai polimeri di litio, da 980 mAh, offre un’autonomia di 2 ore in caso di clip da 1080p/30fps, ma alloggiando una microSD fino a 128GB di capienza, è possibile archiviare ben 11 ore di riprese.
Notevole anche il livello di personalizzazione hardware, grazie ad un’elevata compatibilità con gli accessori e allo sgancio facile posto nella parte inferiore che si collega anche ai supporti per GoPro. Ma i video in full HD e 1080p non convincono in quanto risultano confusi e offuscati e i colori poco vividi e piatti, nonostante la presenza dello stabilizzatore dell’immagine, tuttavia Garmin Virb XE si dinstingue dalla concorreza per la sua affidabilità nel collegamento GPS, sicuramente un passo avanti rispetto ad altri modelli di action cam. Buone invece le riprese in modalità notturna, per quanto le fotografie risultino più nitide e il bilanciamento dei colori appaia più piacevole anche in relazione a GoPro HERO4 Session e GoPro HERO4 Silver.
L’audio del microfono esterno è curiosamente chiaro anche sott’acqua, quello per auricolari o microfoni Bluetooth è invece fornito in versione wireless ed è comunque buono. Buona dunque anche la qualità delle foto da 12 Megapixel con velocità di scatto fino a 30 fotogrammi al secondo; presente anche l’opzione time-lapse, che è possibile selezionare tramite i due pulsanti presenti sul retro, che affiancano un mini schermo monocromatico da 128 x 128 pixel.
A lato del comando di destra si trova una rotella per avviare i filmati, che racchiude un pulsante utile a scattare fotografie: una caratteristica importante, che toglie ogni dubbio relativo alla modalità prescelta, specialmente quando si è in movimento con la action cam indosso.
Altro aspetto poco user-friendly sta nella scelta del cavo offerto per collegare Garmin VIRB XE agli altri dispositivi; al posto di una classica uscita microUSB, la casa svizzera ha infatti preferito un aggancio curioso che rende obbligatorio non scordare il cavo a casa.
L’app di Garmin per smartphone Android, iOS e Windows Phone è molto simile a quella sviluppata da GoPro. Oltre a presentare un’anteprima della visuale, dà la possibilità di registrare il filmato o scattare una foto, inoltre tramite le impostazioni, i più esperti possono dilettarsi nel bilanciamento del bianco, nella regolazione dell’esposizione, della nitidezza e della curva dei colori. Ma la chicca che stupisce sta nella possibilità di gestire la VIRB XE anche tramite alcuni device a marchio Garmin, come i suoi noti navigatori o gli smartwatch.

>> Leggi la nostra Recensione sulla Garmin VIRB XE

 

La Migliore Action Cam Subacquea e Ultra-Accessoriata

Veho VCC-006-K2NPNG Muvi

Veho Muvi K2NPNG


Veho Muvi K2NPNG: è una videocamera sportiva compatta e leggera, con schermo staccabile, che la casa madre fa arrivare in una custodia rigida, per immersioni fino a 100 metri, insieme a un display LCD da montare sul retro, per avere piena visione delle proprie impostazioni e modalità scelte, senza dover utilizzare lo smartphone.
Nonostante però la sua struttura solida, i pulsanti sono piuttosto piccoli, ed essendo inoltre incassati, non è così semplice averne il pieno controllo sulla tavola da surf o sulla mountain bike. Macchinosa anche la gestione del passaggio dalla modalità foto a quella video: sulla parte frontale della scocca sono infatti presenti due pulsanti a interruttore, uno per accendere il device e l’altro per avviare la connessione Wi-Fi integrata, con una portata fino a 60 metri, per lo sharing o la visualizzazione via streaming delle proprie performance. Per avviare i video, è necessario premere il pulsante a scatto e curiosamente, per terminarli, è presente un pulsante a parte, molto simile a quello dedicato alle fotografie, collocato in alto. Purtroppo però a quest’ultimo è stata destinata anche la scelta del cambio di modalità: perciò se si è appena terminato di filmare una clip e si vuole effettuare fotografie, è bene ricordare che il primo click non cattura le immagini, mentre il secondo sì.
I video offerti da Veho VCC-006-K2NPNG hanno una risoluzione che va da 1080p 60 fps a 720p 120 fps, ma la memory card da 8GB inclusa nella confezione base consente di girare fino ad 1 ora e mezza di filmati da 1080p 30 fps. Le fotografie a 19 MP offrono una buona resa, che prevede colori vibranti ma cornici cariche di rumore e bordi in sovraesposizione nel pieno del giorno.
Interessante invece la funzione di avvio in automatico della fotocamera, quando il misuratore della forza-G rileva bruschi e ampi movimenti, ma è la batteria ricaricabile da 1500 mAh, una delle più potenti della categoria, il vero punto di forza della Veho VCC-006-K2NPNG, poiché è in grado di durare fino a 2 ore e mezza di girato ad elevata risoluzione (da 1080p 30fps) e fino a 4 ore per la registrazione di filmati a più basso bitrate, da selezionare a scelta tra 8, 12 e 16.
La app companion per iOS e Android invece, per quanto utile, si presenta ancora un po’ scarna e lenta, soprattutto quando si decide di utilizzare il proprio smartphone come mirino per avere una visuale migliore, ad esempio nella scelta delle opzioni di Photo Burst per effettuare fino a 10 scatti al secondo, e Time-Lapse. Tramite il controller opzionale infine, è possibile gestire da remoto anche la funzione di loop-recording, l’esposizione e lo zoom digitale. Il chipset MUVI™ K2 XA-7 Achilles ne rallenta ulteriormente le prestazioni, in compenso aumenta la qualità dei dettagli. Inoltre, la feature ‘180 Degree Rollover’ ruota automaticamente la visuale per far sì che il video venga girato nel giusto verso, nel caso in cui per errore si abbia montato la sports cam a testa in giù.
Con il pacchetto base, la casa madre propone un’ampia scelta di supporti (per superfici piane e curve, ad angolo, per elmetto), oltre al manuale d’uso in 8 lingue. L’area di sgancio di Veho VCC-006-K2NPNG si rivela compatibile anche con montanti per GoPro, con o senza la custodia subacquea.

>> Leggi la nostra Recensione sulla Veho Muvi K2NPNG

 

La Migliore Action Cam Compatta

Drift Stealth 2

Drift Stealth 2


Drift Stealth 2: Drift Stealth 2 è una action cam caratterizzata da dimensioni particolarmernte compatte, entra perfettamente in una tasca. Significativamente leggera e grande quasi come una piccola torcia da campeggio, questa telecamera sportiva si distingue anche per il prezzo, molto buono per la categoria di riferimento.
La Drift Stealth 2 è una videocamera indossabile che non offre molte opzioni di ripresa, né scatto, si può dire dunque che sia un prodotto di fascia media e che svolge in modo ottimale il suo lavoro. Permette infatti di girare video in movimento con una risoluzione full HD fino a 30 fps (bitrate di 18Mbps) o a 720p fino a 60 frame per secondo. Sono presenti anche l’opzione 960p 30fps (con rapporto d’aspetto 4:3), e WVGA 120fps per effettuare riprese in loop, ma purtroppo la qualità non è in alcun caso delle migliori. Se guardati su uno schermo di grandi dimensioni, i video potrebbero risultare leggermente sovraesposti e i colori un po’ spenti; inoltre, essendo priva di uno stabilizzatore, la visione d’insieme appare anche leggermente tremolante. La lente girevole a 300° gradi dovrebbe invece aiutare l’utilizzatore ad allineare l’obiettivo all’orizzonte, ma serve l’intervento manuale per ruotarla, se si vuole cambiare il verso del girato.
La struttura di Drift Stealth 2 appare abbastanza solida e compatta. Il display LCD da 1,3″ poi è monocolore e retroilluminato, grazie al quale si accede a tutte le impostazioni, inclusa le modalità di ripresa dei clip e delle fotografie a 12 megapixel, che è possibile anche catturare in serie e in modalità time-lapse con intervalli da 5 a 60 secondi; purtroppo gli scatti singoli a 3 MP sono caratterizzati da un’accentuata conformazione a fish-eye che rende questa POV poco appetibile rispetto alle concorrenti.
Il dispositivo è dotato anche di connessione Wi-Fi che consente lo streaming del girato e permette il controllo delle feature tramite la app Drift Connect per dispositivi iOS e Android o telecomando a due vie non incluso nella confezione, arricchita invece di clip universale, supporto adesivo piatto e per superfici curve, per maschera ed occhiali da neve e di cavo USB per la ricarica (Drift Stealth 2 resiste infatti agli spruzzi anche senza custodia). La action cam si adatta anche ad un treppiede montabile in corrispondenza del lato opposto allo schermo, ma non è compatibile con i supporti per GoPro. Tramite l’applicazione, è possibile scattare foto, girare filmati, guardarne e riguardarne il risultato, nonché condividere il tutto con gli amici e sui social, anche se le operazioni appaiono un po’ rallentate.
A sorpresa, completa la dotazione una batteria agli ioni di litio capace di durare fino a 2 ore e mezza per clip a 1080p 30 fps, (a differenza delle circa 3 dichiarate dalla casa). D’altronde la fotocamera sportiva è anche in grado di produrre un video in miniatura che sia più agevole da caricare via wireless, eppure si potrebbe dire che il grande difetto della Drift Stealth 2 sia proprio la batteria stessa, che a differenza di quella presente sulla gemella Ghost-S, è integrata, dunque non staccabile, né sostituibile; è il prezzo da pagare per i suoi 80 mm di lunghezza x 42 di larghezza e 27 mm di profondità.
Drift offre anche una case waterproof per immergersi fino a 40 metri, intanto un mini tappo rimovibile protegge lo slot in cui è inseribile una microSD con capienza massima di 32 GB (non inclusa), ma rispetto alla Ghost-S manca di un jack per l’uscita audio. Insomma, tra le videocamere sportive ultra-compatte, la Drift Stelath 2 è sicuramente una delle migliori, anche se come abbiamo visto, non offre delle prestazioni così alte come alcuni modelli che si trovano nella stessa fascia di prezzo ma decisamente più ingombranti.

>> Leggi la nostra Recensione sulla Drift Stealth 2

 

La Migliore Action Cam Compatta Indossabile

Panasonic HX-A500E-H

Panasonic HX-A500E-H


Panasonic HX-A500E-H: La wearable cam Panasonic HX-A500E-H, nei colori nero o arancio, somiglia ad un lettore mp3, per via della sua struttura longilinea e per i pad posti nella parte frontale. In realtà si tratta di una vera e propria action cam che dotata di un obiettivo con struttura cilindrica, montato su cavo e che può essere alloggiato dietro l’orecchio tramite un supporto fornito in dotazione. La struttura principale viene protetta invece da una custodia con velcro, attaccabile al braccio.
L’archetto per la Point-of-View vision permette di ottenere riprese ‘hands free’ anche sott’acqua, dato che il dispositivo da 31 grammi è impermeabile fino a 3 metri senza custodia, grazie alla certificazione IPX8, (nonché resistente alla polvere con lo standard IPX5), ma la lente fissa purtroppo determina una forte distorsione, che ci portano a sconsigliare la scelta della visione a 160° per le risoluzioni che si configurano al di sotto dell’UltraHD.
Il corpo centrale ospita un display LCD monocromatico e retroilluminato da 1,5 pollici, protetto da una robusta cornice in plastica e i controller, che permettono di effettuare riprese e scatti fino a 12 MP e navigare nel menù. La porticina che tutela lo slot per la MicroSD e la porta MicroUSB funziona con un semplice slide del dito, mentre per chiuderla è necessario utilizzare il pulsante separato.
Oltre a garantire video fluidi e puliti in 4K a 25 frame al secondo a 72Mbit, il che significa che in una microSD da 32GB ci sta circa 1 ora di filmato, la Panasonic HX-A500E-H offre molteplici risoluzioni di qualità anche di notte: 848 x 480, 1280 x 720, 1920 x 1080, 3840 x 2160 Pixel. Ma la casa giapponese ha pensato anche ad un’altra opportunità di risparmio energetico, consentendo al display della Panasonic HX-A500E-H di spegnersi da solo dopo pochi minuti di inutilizzo.
La dotazione degli accessori è invece un po’ spartana, includendo, dopo il supporto alle lenti, solo il manuale e il cavo USB per la batteria ai polimeri di litio. Purtroppo, Panasonic HX-A500E-H non è dotata di GPS ma monta un sensore BSI CMOS che offre buona reattività alla luce e immagini prive di rumore, in più lo stabilizzatore e il livellatore digitale dell’obiettivo (disponibile solo con clip a 1080p25 o inferiori) e la tecnologia Crystal Engine Pro+ permettono di ottenere riprese e fotografie per nulla sfocate o tremolanti. Infine il microfono incorporato offre una buona qualità dell’audio, grazie alla funzionalità ‘Wind Cut’ che taglia fuori i rumori, ma può essere anche spento.
Panasonic HX-A500E-H dispone anche di connessione di prossimità per collegare smartphone e tablet, nel caso si voglia gestire da remoto registrazioni e scatti nonché la loro condivisione sui social media, azioni garantite dalla app Panasonic Image per dispositivi Apple e Android, con cui è possibile anche stabilire l’angolo di ripresa, il bilanciamento del bianco e i settaggi volti ad adattare le fotocamera alle differenti condizioni del tempo, più la possibilità di memorizzare delle impostazioni proprie e di optare per il girato in slow-motion o time-lapse.
Il software offre anche alcune soluzioni di editing: è possibile inserire fino a 5 immagini in una cornice per effettuare dei collage ed estrapolare i momenti migliori dei clip girati. Forse uno degli aspetti più controversi di Panasonic HX-A500E-H sta nella gestione dello storage: se la memoria è piena, l’action cam cancella i file vecchi per fare posto a quelli nuovi. Si tratta comunque di un’ottima videocamera sportiva compatta, pertanto l’acquisto è sicuramente consigliato.

>> Leggi la nostra Recensione sulla Panasonic HX-A500E-H

 

La Migliore Action Cam Economica alternativa alla GoPro HERO4 Silver

DBPOWER® EX5000

DBPOWER® EX5000


DBPOWER® EX5000: DBPOWER® EX5000 è un videcamera portatile di appena 60 grammi di peso che offre riprese in full HD anche sott’acqua, ad un prezzo decisamente competitivo, ecco perché l’abbiamo classificata come la migliore action cam economica alternativa alla GoPro HERO4 Silver. I materiali resistenti che ne costituiscono la scocca, capace di raggiungere senza problemi i 30 metri di profondità grazie alla custodia trasparente già montata, proteggono un display LCD da 2.0 pollici e sensore Panasonic CMOS da 14 Megapixel, che offre immagini dettagliate anche grazie allo zoom ottico 4x.
L’obiettivo offre un angolo di visuale ampio pari a 170 gradi, per girare video a 1080p o 720p. Dopo una ricarica di un paio d’ore, la batteria consente di registrare anche clip in loop con intervalli di 3-5-10 minuti o senza alcun limite, attivare l’HDR, il sistema audio e lo stabilizzatore. La qualità dei filmati, anche in alta definizione, è ottima, dal momento che il device non cattura la vibrazioni offrendo quindi un girato pulito; le immagini offrono sia nitidezza che colori brillanti, il tutto in meno di 60 grammi di peso.
Due le batterie da 900 mAh incluse nella confezione, per registrare non-stop fino a 176 minuti, sia tramite il supporto per il telaio della bici o per casco che tramite la clip multifunzione presenti nel pacchetto base. Oltre al cavo USB per la ricarica e al manuale, la casa madre offre anche in dotazione 3 cinture per montare la wearable cam in vita mentre si fa trekking, ganci per attaccarla ai vestiti e 1 pezzuola per pulire l’obiettivo.
Il manuale però non è particolarmente esplicativo; tratta infatti solo le funzioni di base, per quanto la DBPOWER® EX5000 sia anche dotata della possibilità di girare video in time-lapse. Online si trova ben poco, ma la procedura sembra essere la stessa della SJ4000 e della SJ5000, di cui però non è possibile condividere i firmware. Non compresa nella confezione è la MicroSD, la cui capienza massima supportata dalla action camera è di 32GB.
Il tasto OK sulla parte superiore, permette di avviare/fermare la riproduzione e catturare le foto, mentre i tasti laterali consentono l’accesso alle opzioni, tra cui la possibilità di regolare il punto di bianco, la nitidezza, il colore, l’ISO e l’esposizione, e di avviare la registrazione quando viene rilevata una differenza nella gravità. Funzionalità che possono essere controllate anche dal proprio smartphone o tablet Android e iOS grazie al modulo Wi-Fi integrato, così da vedere in anteprima, con la app Finalcam, i filmati e le foto da pubblicare sulle piattaforme social. L’accesso alle opzioni e modalità è garantito anche dal pulsante esterno posto nell’area frontale, che permette inoltre di accendere/spegnere il dispositivo.
Effettuare il paring con la DBPOWER® EX5000 è piuttosto semplice ma non immediato. Una volta scaricata l’applicazione, basterà cliccare sul tasto che attiva la connessione, cercare sul proprio dispositivo la dicitura EX5000WIFI e inserire il pass code. Una volta attiva, l’icona del Wi-Fi apparirà a schermo, dopodiché sarà sufficiente lanciare il software per iniziare a registrare, impostare i parametri di fotografie e filmati e, volendo, cambiare la password.
Grazie ai suoi molti accessori, la DBPOWER® EX5000 è una sports cam ideale per gli appassionati delle riprese nelle condizioni più estreme, poiché è compatibile con supporti GoPro in tutte e tre le sue versioni (nero, bianco, argento).

>> Leggi la nostra Recensione sulla DBPOWER EX5000

 

La Migliore Action Cam Economica Full HD

KEHAN C60

KEHAN C60


KEHAN C60: KEHAN C60 è una action cam di livello medio dal peso di appena 60 grammi. Il suo punto di forza sta nei vari accessori che la casa madre ha inserito in una comoda valigetta rigida con chiusura a cerniera e comparti in gommapiuma: come la molletta per l’aggancio ai vestiti, il supporto per casco, la staffa per il manubrio da bici o moto, fasce in velcro e laccio di sicurezza in acciaio, oltre al panno per la pulizia dell’obiettivo, al manuale in lingua inglese e ad alcuni montanti extra per l’applicazione alla base fissa, nonché alla custodia subacquea, che rende la videocamera sportiva resistente alle immersioni fino a 50 mt di profondità.
Molto simile alla GoPro (e dunque anche alla più economica QUMOX SJ4000) per via della sua forma squadrata e dei lati in plastica zigrinata, questa portable cam è dotata di display LCD da 2.0 LTPS per visualizzare l’anteprima delle foto e le opzioni presenti a menù. Per avviarla, basta premere il tasto frontale, necessario anche per eseguire il passaggio da una modalità all’altra (con una pressione singola), il tasto OK, presente nella parte superiore, è dedicato invece alla riproduzione video, per scattare foto e scegliere le opzioni elegibili attraverso i tasti direzionali: su per l’accensione del Wi-Fi, giù per spegnere il microfono. Dall’altro lato si trova l’ingresso MicroUSB per la ricarica della batteria, che si completa in 2 ore, l’uscita MicroHDMI e lo slot per la card MicroSD: quella supportata dalla sports cam ha una capacità massima di 64GB.
A dispetto di quello che si potrebbe credere, KEHAN C60 offre riprese decenti anche da 1080p 30 fps o 60 fps, grazie allo stabilizzatore e all’angolo di ripresa ultra-wide da 170°, la cui qualità si abbassa però notevolmente utilizzando lo zoom 4x. Si rivelano chiari e netti anche i filmati in loop da 3 a 10 minuti o senza limite di lunghezza, a quelli realizzati a risoluzioni più basse (720p 120fps / 60fps / 30fps) per avere più spazio sulla MicroSD, nonché il time-lapse con intervallo massimo di 20 secondi, lo scatto singolo e l’autoscatto. Le fotografie infatti, grazie al sensore da 5 fino ad un massimo 16 Megapixel, risultano nitide anche se non altamente dettagliate, in compenso però il menù a schermo e la app consentono di scegliere una serie di opzioni che ne migliorano la resa: come il bilanciamento del bianco, l’HDR, l’ISO, l’esposizione ed il colore.
La batteria rimovibile da 900mAh offre 90 minuti di video alla massima risoluzione, ma l’utente può scegliere di inserire la funzionalità di spegnimento automatico per risparmiare energia; in ogni caso, con una spesa contenuta, online si può acquistare un altro battery-pack per migliorarne l’autonomia. Tra le feature più interessanti, abbiamo notato che KEHAN C60 permette di spegnere o avviare la riproduzione audio e di inizializzare la registrazione quando avviene un movimento brusco.
Anche questa action camera possiede il modulo Wi-Fi integrato, che però non ha una portata eccellente; è infatti molto frequente perdere il segnale già a una distanza di 10 metri. Abbiamo constatato che vi sono inoltre dei problemi anche durante il pairing con i dispositivi Android; un bug che si risolve non troppo facilmente attivando la connessione sull’action cam prima di entrare nelle impostazioni del proprio cellulare, da qui, una volta che l’apparecchio l’avrà individuata, si potrà tornare alla app.
La KEHAN C60 è sicuramente un’action cam da prendere in considerazione per l’acquisto, specialmente per chi cerca una soluzione buona ma ad un prezzo decisamente abbordabile.

>> Leggi la nostra Recensione sulla KEHAN C60

 

Come Scegliere un’Action Camera?

Come Scegliere una Action CamAd ogni modo, il numero elevato di proposte disponibili, richiede al potenziale acquirente di dover esaminare con attenzione le caratteristiche prima di procedere all’acquisto.

Dal peso della videocamera alla sua forma, fino alla qualità delle immagini e dei video, al tipo di batteria presente, alla ricchezza delle funzionalità e all’impermeabilità, le variabili che differenziano un modello all’altro sono numerose.

Solo prese in considerazione tali caratteristiche, si eviterà di acquistare un oggetto che non sarà in grado di soddisfare al meglio le nostre esigenze. Ma vediamo più nel dettaglio, cosa prendere in considerazione prima di effettuare un acquisto e quali sono i passi da seguire per effettuare una scelta corretta.

1. Quale utilizzo devo fare dell’Action Camera?

Sport EstremiInnanzitutto, è necessario tenere in considerazione l’uso al quale è destinata l’Action Cam. Se, ad esempio, l’intenzione è di utilizzare la videocamera esclusivamente per delle riprese “casalinghe” o, comunque, effettuate in un luogo chiuso, risulta fondamentale dotarsi di un modello capace di offrire il meglio in condizioni di scarsa luminosità.

Nel caso in cui, invece, l’obiettivo sia quello di riprendere gli allenamenti, rivestirà una maggiore importanza la resistenza. Negli sport alpini, invece, sarà necessario valutare la presenza di montatura e attacco, fondamentali per agganciare la camera al casco o all’imbracatura.

Chi pratica snorkeling invece, o trascorre il proprio tempo libero tra un’immersione in profondità e l’altra, dovrà acquistare una Action Cam subacquea o, in alternativa, dotata di custodia protettiva.

Un aspetto da non trascurare prima di procedere all’acquisto è rappresentato dalla destinazione delle registrazioni. Ad esempio, se il desiderio è quello di avere a disposizione dei filmati professionali, una videocamera che disponga di un certo numero di funzioni è indispensabile.

Se, invece, i filmati saranno destinati ad essere caricati per diletto su YouTube, condividendoli esclusivamente con amici e familiari, è sufficiente rivolgere l’attenzione a modelli più economici, i cui risultati si rivelano, nella maggior parte dei casi, più che soddisfacenti.

2. Quanto voglio spendere per un’Action Camera?

Prezzo Action CamUn elemento fondamentale è rappresentato dal prezzo del dispositivo. Occorre ricordare come, in tale ambito, i modelli più costosi possano arrivare a cifre che superano i 300 euro; ovviamente, si tratta di Action Camera che si distinguono per la loro versatilità e per l’alto livello qualitativo delle riprese.

Chi non mira a videocamere capaci di assicurare particolari prestazioni, può “accontentarsi” di modelli disponibili a cifre sicuramente più basse; questo senza dover rinunciare a una base tecnica (e tecnologica) di tutto rispetto.

Un elemento molto importante è costituito dalla semplicità d’utilizzo. Solitamente, i professionisti sono alla ricerca di Action Camera che dispongono di un grande numero di impostazioni.

I meno esperti, dal canto loro, farebbero meglio a rivolgersi ad Action Camera che abbiano un’interfaccia particolarmente intuitiva. Questo significa avere a disposizione un modello sicuramente più veloce e pratico da gestire.

3. Si possono fare delle riprese sott’Acqua con una Action Cam?

Action Cam SubacqueaAssolutamente si e con la maggior parte dei modelli oggi presente in commercio. Tuttavia, la resistenza di una Action Camera all’acqua, è un  aspetto che non deve essere preso in considerazione solamente da chi pratica attività prettamente “acquatiche”, in quanto può capitare a qualunque sportivo di svolgere un allenamento trovandosi improvvisamente soggetto ad improvvisi acquazzoni. Alcuni modelli si dimostrano ottimi nel resistere a schizzi o a pioggia leggera; altri, invece, possono sopportare senza problemi piogge di forte intensità, non temendo neppure immersioni prolungate in acqua.

Esistono anche modelli di camere provviste di custodia subacquea; chi ha acquistato un modello di Action Camera non impermeabile, e si trova nella necessità di impiegarla quando piove, può comprare separatamente una custodia, scegliendone una che si adatti perfettamente alle dimensioni del dispositivo. Ovviamente, il livello di impermeabilità necessario varia a seconda dell’uso al quale il dispositivo è destinato, con valori compresi tra i 5 e i 100 metri. Per la pesca subacquea, ad esempio, l’impermeabilità deve essere massima, e può essere garantita solamente da materiali di ottima qualità, studiati specificamente.

4. Quanto dura la batteria di un’Action Camera?

Altro aspetto da non trascurare in una Action Camera è rappresentato dalla durata della batteria, infatti, il rischio di disporre di un’autonomia ridotta è quello di ritrovarsi con riprese interrotte improvvisamente, con il risultato di avere un filmato “incompleto”. Se la totalità dei modelli permette di effettuare la ricarica utilizzando un cavo Usb (collegandolo al PC), la durata della batteria delle videocamere presenti sul mercato può differenziare anche notevolmente, passando dai 60 minuti alle 10 ore di autonomia. Inoltre, occorre prestare attenzione alla possibilità o meno di sostituire la batteria una volta esaurito il ciclo di vita.

4. Caratteristiche e Funzionalità Principali di un’Action Camera

Caratteristiche Aggiuntive Action CamPer quello che concerne la memoria di una Action Camera, soprattutto i modelli più economici, non possono fare affidamento su una memoria interna, rendendo necessario l’acquisto di una memoria esterna. Il Wi-Fi e il Gps non sono indispensabili, ma si rivelano essenziali per chi utilizza questa tipologia di telecamere in determinate situazioni (o per specifici obiettivi professionali). Ad esempio, la connessione Wi-Fi consente alla videocamera di “dialogare” con uno smartphone, collegandolo in modalità wireless; in questo modo, è possibile visualizzare direttamente dallo smartphone i video in diretta, oppure quelli registrati precedentemente. Inoltre, l’utente ha l’opportunità di tenere costantemente sotto controllo le riprese effettuate. Quando il modello di cam posseduto non ha un display, la possibilità di collegarlo allo smartphone si rivela essenziale, in quanto consente di capire qual è il momento giusto non solo per iniziare le riprese, ma anche per variare una determinata inquadratura.

Alcuni modelli di Action Camera offrono la funzione di editing istantaneo; si tratta di un’innovazione che non rende più necessario scaricare sul PC i filmati per poi editarli attraverso appositi software di editing video. Chi ha una certa familiarità con il mondo dei social network, ad esempio ha la possibilità di condividere quanto registrato con una Action Cam, sia che si tratti di immagini, sia che si tratti di video. Sono il Gps e i sensori di movimento a riconoscere (in modo completamente automatico) le azioni principali (quelle più adrenaliniche) di una determinata attività. Inoltre, essendo dotati di un media server integrato, tali modelli eliminano l’obbligo di scaricare il video prima di passare alle modifiche.

Le migliori Action Cam, inoltre, permettono di dialogare via Wi-Fi con uno smartphone, affidandosi ad un’applicazione creata appositamente per effettuare il montaggio delle immagini (operazione effettuabile semplicemente scuotendo lo stesso smartphone) e, subito dopo, per condividere le riprese.

Action Cam GrandangoloDovrebbe essere valutato anche il grandangolo, elemento che può variare notevolmente da modello a modello. Con tale termine, si fa riferimento alla “lunghezza focale“, la cui funzione è quella di avere in una stessa inquadratura, le immagini filmate. Inoltre, il grandangolo contribuisce alla stabilizzazione delle immagini stesse, per una maggiore qualità dei risultati. Ad avere un ruolo non indifferente nella qualità delle stesse immagini è il sensore; solitamente, infatti, ad un sensore più grande corrisponde una qualità migliore, anche se ad influire su quest’ultima è anche la fase di realizzazione. Quando si parla di qualità video, come indicato precedentemente, le Action Camera sono in grado di regalare l’alta definizione, ma se l’intenzione è di utilizzare il modello scelto anche per effettuare delle fotografie, occorre valutare anche la sua efficienza da questo punto di vista. I megapixel offerti possono variare notevolmente, passando dai 3 MP nei modelli più economici ai 16 MP dei modelli di fascia più alta.

Nei modelli di qualità elevata, sono anche presenti dei Led che permettono all’utente di conoscere in una sola occhiata le funzioni attive in un determinato istante.
I produttori hanno compreso ben presto l’importanza assunta dagli accessori, tanto da aumentare il numero e la varietà di quelli messi in commercio, sia all’interno della confezione che racchiude la videocamera, che proponendoli a parte. È importante ricordare, comunque, come non sempre gli accessori risultino fondamentali, anche se la maggior parte di questi ultimi è studiata per migliorare caratteristiche come stabilità e sicurezza.

Riassumendo quanto scritto, appare chiaro come una Action Camera si riveli lo strumento utile per realizzare filmati unici e indimenticabili che riguardano le vostre attività sportive, specialmente quelle più estreme. I filmati, possono essere poi condivisi sui social o con chi si desidera. Un’Action Cam, si dimostra, pertanto, un investimento durevole nel tempo che offre moltissime opportunità di svago e il tutto in pochi centimetri.

Sei ancora indeciso su Quale Action Cam Comprare?

Se hai ancora dei dubbi su quale action cam scegliere, lascia pure un commento qui sotto, un membro del nostro Staff ti risponderà al più presto aiutandoti a scegliere la migliore action cam per le tue esigenze.

Share Button