La Fujifilm X-T10 è sicuramente una tra le migliori fotocamere mirrorless presenti sul mercato, non solo per le sue ottime prestazioni in termini di qualità d’immagine, ma soprattutto per il suo particolare design retro’ e per i suoi ottimi materiali di costruzione. Per essere una fotocamere a ottiche intercambiabili è assolutamente compatta e anche abbastanza ergonomica.

Fujifilm X-T10

Il Nostro Voto

Dove Acquistarla al Miglior Prezzo?

 

Video Fujifilm X-T10

 

Recensione Completa Fujifilm X-T10

La fotocamera digitale Fujifilm X-T10 è una mirrorless piccola, compatta e semplice da usare, particolarmente adatta a chi ama viaggiare sempre con la propria fotocamera in tasca. Il cuore del device è rappresentato dall’ottimo sensore fotografico APS-C da 16 Megapixel che garantisce un’eccezionale qualità dell’immagine che è paragonabile quasi a quella di una reflex.

Fujifilm X-T10 può contare anche sul nuovo sistema AF con 49 punti di messa a fuoco, sul luminoso schermo orientabile da 3 pollici, su un mirino elettronico ampio e veloce e su una serie completa di comandi manuali.

La fotocamera è dotata inoltre di un ottimo flash pop-up integrato e del modulo wifi grazie al quale si possono trasferire facilmente le foto su smartphone e tablet. Come tutte le fotocamere della serie X, anche questa mirrorless può sfruttare la vasta gamma di obiettivi FUJINON.

1. Accessori, Design e Materiali 

All’interno della confezione, la fotocamera sarà accompagnata dalla batteria agli ioni di Litio, dal carica batteria, dalla pratica tracolla in pelle marchiata Fujifilm, da un panno protettivo e dal CD-ROM completo del manuale utente e del software di gestione del device.

La Fujifilm X-T10 è una mirrorless dal design raffinato in stile retrò, progettata dando molta importanza all’equilibrio ottimale tra larghezza ed altezza. Il corpo macchina è compatto e leggero (pesa appena 381 grammi) ed è stato realizzato utilizzando materiali plastici, mentre la fascia superiore e quella inferiore sono in magnesio pressofuso ultraleggero che conferisce alla fotocamera un’ottima solidità.

Sulla piastra superiore troviamo tre ghiere fresate in lega di alluminio che garantiscono una finitura ed una funzionalità eccezionali e che consentono una regolazione semplice ed intuitiva della combinazione tra diaframma, velocità di otturazione otturatore e funzioni di ripresa. La Fujifilm X-T10 è inoltre disponibile in due diverse colorazioni: nero e silver.

 

2. Controlli ed Ergonomia

La maggior parte delle funzioni della Fujifilm X-T10 possono essere gestite manualmente attraverso le 3 ghiere superiori che permettono una selezione rapida e semplice delle impostazioni di scatto, evitando all’utente di dover accedere troppo frequentemente al menu di gestione della fotocamera. La ghiera che si trova nella parte sinistra della piastra superiore, denominata Drive Dial, serve per selezionare le modalità di scatto che può essere scelta tra Programma (P), Priorità tempi otturatore (S), Priorità diaframma (A) ed infine quella completamente Manuale (M).

Sulla parte destra della piastra superiore troviamo invece la ghiera per impostare l’apertura dell’ottica, la ghiera per la regolare la velocità dell’otturatore ed il pulsante di scatto attorno al quale c’è un selettore per l’accensione della fotocamera. Solo la gestione degli ISO deve essere impostata attraverso il menù.

Sempre sulla piastra superiore troviamo anche una leva di comando che permette di impostare la modalità auto attraverso la quale la fotocamera passa ad una gestione automatica dello scatto (adatta ai principianti) che consente a tutti gli utenti di godere dell’ottima qualità delle immagini della Fujifilm X-T10.

Attraverso la gestione SR AUTO, la fotocamera seleziona in modo automatico le impostazioni ottimali di scatto scegliendo una delle 58 scene preimpostate. La Fujifilm X-T10 è dotata inoltre di sette diversi tasti funzione che possono essere personalizzati a proprio piacimento per configurare la fotocamera secondo le proprie esigenze. Gli ingegneri giapponesi in fase di progettazione hanno lavorato molto bene anche dal punto di vista dell’ergonomia, riuscendo ad abbinare alle dimensioni compatte un’impugnatura che garantisce agli utenti una presa sicura. Per migliorare la presa della fotocamera inoltre, è possibile utilizzare l’elegante custodia realizzata in vera pelle (venduta separatamente) che si adatta come un guanto al corpo della fotocamera, assicurando un’impugnatura stabile e garantendo un alto grado di protezione.

 

3. Display, Menù e Funzioni Principali

La Fujifilm X-T10 è stata equipaggiata con un luminoso display LCD da 3 pollici a 920.000 punti e matrice RGB+W che può essere orientato verticalmente (verso l’alto e verso il basso) e che risulta molto utile quando si ha la necessità di effettuare delle riprese dall’alto, dal basso ed a livello del terreno. Lo schermo non è touch screen e non è dotato di un sensore che adatti in modo automatico la luminosità in base alla luce esterna.

Al menu principale della fotocamera si accede premendo l’apposito tasto che si trova sul retro alla destra del display. Sotto questo aspetto la Fujifilm X-T10 è migliorabile: il menu si divide sostanzialmente in due sezioni (menu di scatto e setup) che a primo impatto sono poco intuitive a causa della scarsa organizzazione con cui sono state studiate. Attraverso il menu è possibile accedere anche alla schermata di scelta relativa alla personalizzazione dei tasti funzione.

La Fujifilm X-T10 è dotata anche di un’antenna Wi-Fi integrata grazie alla quale è possibile trasferire su smartphone o tablet le proprie fotografie (fino ad un massimo di 30 immagini contemporaneamente) semplicemente installando l’applicazione gratuita FUJIFILM Camera Remote sul proprio device. Tramite questa applicazione è possibile effettuare diversi tipi di regolazione sulla fotocamera come la messa a fuoco, l’apertura del diaframma, la velocità di scatto, la compensazione dell’esposizione ed anche la sensibilità ISO; inoltre la funzione denominata Touch AF permette di mettere a fuoco la scena inquadrata direttamente dal display del proprio device. Il software della Fujifilm X-T10 include anche un convertitore di dati RAW integrato grazie al quale si possono visualizzare e modificare sul display i risultati ottenuti senza bisogno di un PC. La conversione delle immagini risulta molto efficace e permette di gestire e regolare tutte le impostazioni di scatto ed anche applicare alle immagini la modalità di Simulazione Pellicola.

Tra le varie funzioni troviamo quella di scatto continuo ad alta velocità che permette di catturare fino ad 8,0 fps, la modalità di bracketing per il bilanciamento del bianco, l’esposizione multipla (che permette agli utenti di unire due differenti scatti per creare un effetto artistico) e la funzione panorama che permette di creare immagini panoramiche sia verticali che orizzontali unendo tra loro più scatti (si può scegliere un angolo di visuale di 180 o 120 gradi).

Ci sono inoltre 8 diversi filtri avanzati attraverso i quali è possibile modificare le immagini per ottenere vari tipi di effetto: con il filtro Toy Camera la fotografia assume un look retro’ , con il filtro miniature invece si crea un effetto diorama, mentre grazie al filtro Pop Color è possibile ottenere un alto contrasto. Gli effetti dei filtri si possono visualizzare in anteprima attraverso il mirino ottico oppure direttamente sul display della fotocamera.

Una funzione molto interessante è quella delle foto intervallate grazie alla quale si possono impostare sulla fotocamera il numero di scatti che vogliamo effettuare e l’intervallo di tempo in cui questi vengono realizzati, consentendo così di realizzare degli splendidi time-lapse o più semplicemente degli autoscatti (per i quali si può settare un ritardo di scatto di 2 o 10 secondi).

Sul lato sinistro della fotocamera è alloggiato poi uno sportellino che nasconde tre diverse connessioni: quella più in alto è quella dell’ingresso da 3,5 millimetri per il microfono, mentre più in basso troviamo le due uscite dati HDMI ed USB attraverso le quali la Fujifilm X-T10 può essere collegata al computer.

Sulla piastra inferiore c’è un secondo sportellino che permette di accedere al vano per l’alloggiamento della batteria agli ioni di litio (da 1200mAh che garantisce circa 350 scatti) ed allo slot per la scheda di memoria (sono supportate quelle di tipo SD, SDHC e SDXC).

 

4. Qualità Lenti, Immagini e Video

Il kit base della Fujifilm X-T10 prevede un obiettivo stabilizzato XC18 da 50 millimetri con apertura 3,5-5,6 con il quale si ottengono immagini di qualità elevata anche in condizioni di luce bassa. Su questa mirrorless si possono montare tutti gli obiettivi FUJINON destinati alle fotocamere della serie X. La qualità degli obiettivi viene messa in risalto dalla tecnologia innovativa denominata Lens Modulation Optimizer (LMO) che è stata sviluppata da Fujifilm attraverso un processo di ricerca integrata di obiettivi, sensore e processore.

La tecnologia LMO effettua una precisa elaborazione della lunghezza focale e del diaframma in base all’ottica installata in quel momento sul corpo macchina, ed il risultato sono delle immagini di qualità eccellente. Gli ingegneri giapponesi hanno progettato la macchina attorno all’ottimo sensore di immagine X-Trans II, un APS-C da 16 megapixel di risoluzione effettiva già visto anche sull’ammiraglia X-T1. Grazie alla sua architettura costruttiva il sensore elimina il bisogno di un filtro ottico passa-basso, riproducendo ogni tipo di scena con una risoluzione ed una nitidezza che solitamente troviamo nei sensori di maggiori dimensioni.

La qualità del sensore si evidenzia soprattutto quando ci si trova a scattare fotografie in condizioni di scarsa luminosità: impostando la fotocamera su alti valori di ISO (anche a 6.400) si ottengono immagini con un notevole profilo cromatico e con una scarsa presenza di rumore digitale. La gamma della sensibilità ISO si estende fino al valore impressionante di ISO 51200 e garantisce delle immagini nitide e prive di rumore fino alla ai 3200 ISO.

Uno dei punti di forza della Fujifilm X-T10 è il nuovo sistema AF ibrido intelligente che permette di catturare perfettamente il soggetto inquadrato grazie alla velocità di messa a fuoco che a sua volta, grazie all’otturatore elettronico ultrarapido può arrivare addirittura a 0,06 secondi (in questo modo si possono catturare delle bellissime immagini con grandi aperture anche in pieno sole, creando così degli stupendi effetti bokeh). Inoltre il sistema AF, che può essere impostato secondo 6 diverse modalità, viene gestito da un nuovo algoritmo che garantisce delle prestazioni elevate anche in condizioni di luce bassa e contrasto ridotto.

Con l’autofocus a punto singolo (da scegliere tra i 49 punti di messa a fuoco) si ottengono immagini ad alta precisione su una specifica area dell’inquadratura.

L’autofocus zone risulta invece molto efficace quando si sta inquadrando un soggetto in azione con un movimento moderato, scegliendo un’area AF di dimensioni: 3×3, 5×3 o 5×5 punti.

Quando si vogliono inquadrare soggetti che si muovono in modo imprevedibile oppure quando abbiamo una scena in cui figurano più soggetti in movimento la soluzione migliore è l’autofocus Wide/Tracking che sfrutta tutti i 49 punti di messa a fuoco.

Al centro della piastra superiore è alloggiato invece un flash pop-up integrato con contatto caldo che quando è estratto appare compatto ed elegante, ma che purtroppo ha una potenza modesta (comunque adatto per dare luminosità a piccoli oggetti ed anche in occasioni speciali in piccoli spazi interni). Il flash della Fujifilm X-T10 è gestito dalla nuova tecnologia di tipo TTL che, a seconda delle condizioni di luminosità della scena inquadrata, imposta in modo automatico la giusta quantità di luce che verrà emessa dal flash.

Sul retro della cornice superiore è alloggiato anche il mirino elettronico da 2,36 megapixel della Fujifilm X-T10 che riproduce la scena inquadrata in modo chiaro e fluido, rispettando fedelmente la qualità cromatica dell’immagine e che consente agli utenti di avere una visibilità perfetta in ogni circostanza grazie anche alla frequenza di refresh molto elevata.

Il punto debole di questa mirrorless è rappresentato invece dalla funzione video, caratteristica che evidenzia come Fujifilm non sembri molto interessata da questo punto di vista. La Fujifilm X-T10 permette di registrare filmati video in formato FullHD, selezionando una frequenza di fotogrammi che va da un massimo di 60fps fino ad un minimo di 24fps (i valori intermedi sono invece di 50fps, 30fps, 25fps). Tra le impostazioni di ripresa video è possibile modificare l’apertura del diaframma, la velocità dell’otturatore ed anche il valore della compensazione dell’esposizione. Ma nonostante le diverso opzioni di settings, i risultati finali delle riprese video sono scarsi ed adatti solo ad un impiego amatoriale e del tutto casuale.

 

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Bel design retro’
  • Qualità costruttiva eccezionale
  • Abbastanza maneggevole, compatta ed ergonomica
  • Ottima Qualità delle immagini sia in formato JPG che in formato RAW
  • Ottima resa delle fotografie scattate ad alti ISO
  • Raffica veloce fino ad 8fps
  • Buon livello di personalizzazione
  • Ottimo rapporto Qualità / Prezzo

svantaggi

Svantaggi

  • Sistema AF migliorabile
  • Menù poco intuitivo
  • Reparto video un po’ scarso
  • Buffer limitato
  • Lo schermo non è touchscreen

 

Le Nostre Opinioni

La Fujifilm X-T10 rappresenta indubbiamente una fotocamera mirrorless potente e versatile, progettata attorno al sensore di immagine X-Trans II da 16 megapixel. Le prestazioni che questa mirrorless è in grado di offrire sono sicuramente di alto livello e in qualsiasi condizione di luminosità, permettendo di catturare ottime immagini anche a 6400 ISO senza l’utilizzo del flash.

Esteticamente la Fujifilm X-T10 si distingue per il design raffinato in stile retro’, il corpo macchina è molto leggero ma di eccezionale fattura, mentre i controlli manuali sono pratici e facili da usare. Uno dei punti forza è l’innovativo sistema autofocus grazie al quale si possono scattare delle bellissime foto ai soggetti in movimento (questa mirrorless è ottima anche nelle foto sportive). Grazie al modulo WiFi integrato, la fotocamera può essere controllata anche attraverso i dispositivi mobile installando l’applicazione FUJIFILM Camera Remote.

Osservando le immagini prodotte da questa fotocamera si percepisce l’importanza data da Fujifilm alla ricerca e al perfezionamento della capacità di riproduzione dei colori (in ogni condizione di luce si può apprezzare il perfetto bilanciamento del bianco).

L’unica nota negativa è il reparto video che non è al livello dei competitor per questa fascia di prezzo. Fujifilm comunque ha realizzato un prodotto molto intelligente, dall’ottimo rapporto qualità/prezzo, con il quale offre agli utenti la maggior parte delle funzioni che troviamo anche sull’ammiraglia Fujifilm X-T1 ma ad un prezzo notevolmente inferiore. Per tutti questi motivi la Fujifilm X-T10 è una delle fotocamere mirrorless più richieste e apprezzate sul mercato.

 

Voti Finali

  • Design - 9.5/10
    9.5/10
  • Materiali - 9/10
    9/10
  • Ergonomia - 8.8/10
    8.8/10
  • Qualità Immagini - 8.6/10
    8.6/10
  • Qualità Video - 7.5/10
    7.5/10
  • Qualità / Prezzo - 8.5/10
    8.5/10

Voto Totale

8.7/10

 

 

Share Button