Canon PowerShot G7 X è una delle migliori fotocamere compatte in circolazione. Questa compatta presenta una tecnologia all’avanguardia racchiusa in dimensioni veramente compatte. Con obiettivo f/1.8 – 2.8 e sensore CMOS da 1 pollice, la Canon G7 X garantisce alte prestazioni per un prezzo di vendita piuttosto interessante.

Canon PowerShot G7 X

Il Nostro Voto

Dove Acquistarla al Miglior Prezzo?

 

Video Canon PowerShot G7 X

 

Recensione Completa Canon PowerShot G7 X

Canon PowerShot G7 XCanon PowerShot G7 X è la fotocamera digitale compatta che piace anche agli amanti delle Reflex. Ottima la qualità delle immagini, anche ad alte ISO, e grazie allo stabilizzatore nonché all’ampiezza del diaframma, anche i video e gli scatti con soggetti in movimento appaiono nitidi.

Grazie al sensore da 1 pollice, la Canon PowerShot G7 X si rivela molto buona per la ‘street photo’ in notturna; i colori appaiono brillanti e grazie all’obiettivo luminoso f/1,8-2,8 è possibile regolare la quantità di luce in modo da ottenere ritratti di ottimo livello anche sotto lampade, fari e lampioni.

Inoltre gli scatti ad alte prestazioni di Canon PowerShot G7 X si accompagnano ad un’elevata versatilità e completezza delle funzioni, nonché ad una particolare facilità di gestione e condivisione dei file, il tutto in una scocca in metallo maneggevole, curata nei minimi dettagli e di dimensioni veramente ridotte.

Non molto veloce invece l’Autofocus delle fotografie; anche la qualità dei video potrebbe essere migliorata, inoltre al momento manca ancora il 4K. Ma andiamo a vedere nel dettaglio l’ottima Canon PowerShot G7 X nella nostra recensione……

1. Accessori, Design e Materiali 

Canon PowerShot G7 X - AccessoriQuesta fotocamera compatta prosumer non sorprende certo per il suo design: squadrato, alquanto semplice e minimale, ma colpisce per l’elevata tecnologia che offre, seppur all’interno di una scocca piccola e maneggevole.
A dispetto di quello che si potrebbe pensare, il corpo macchina della Canon PowerShot G7 X è piuttosto solido, e poiché è interamente in metallo, inclusa la base della ghiera che ospita le molte funzionalità, non è il più leggero della categoria (il peso è di circa 304 grammi).

Nella confezione della Canon PowerShot G7 X è inclusa una batteria ricaricabile agli ioni di litio NB-13L, il caricabatteria con cavo CA, la fascetta per portare la fotocamera al polso e un breve manuale per l’utente. Le istruzioni più specifiche sono state rese disponibili online dalla casa madre, ma noi crediamo che date le elevate prestazioni e la completezza delle funzioni, questa fotocamera digitale avrebbe meritato anche un libretto di istruzioni cartaceo più approfondito ed esaustivo.

 

2. Controlli ed Ergonomia

Canon PowerShot G7 XAltezza, lunghezza e profondità (103 x 60 x 40 mm) rendono la Canon PowerShot G7 X sufficientemente compatta da entrare anche nella tasca di una giacca; la struttura è praticamente priva di impugnatura ma grazie alla superficie con lavorazione opaca e ruvida, l’apparecchio si riesce a tenere in una mano anche quando quest’ultima risulta umida. Sulla parte alta della scocca è stato disposto il pulsante per l’accensione/spegnimento, quello per scattare le foto o avviare la riproduzione dei video e la doppia rotellina per la regolazione dell’esposizione e per la scelta delle modalità fotografiche.

Sul retro troviamo un pad direzionale, alcuni dei comandi più importanti che riguardano le funzionalità più specifiche e il display, un LCD touchscreen da 720 x 480 pixel inclinabile di 180°: verso l’alto ad esempio per fare i selfie ma non può essere piegato verso il basso come la Olympus PEN E-P5 per scatti da terra.

Sul lato destro invece, troviamo un unico pulsante pensato per avviare lo sharing dei file su smartphone, sopra c’è lo sportellino contenente la porta microUSB e microHDMI, mentre sulla base della fotocamera, accanto al tasto dell’NFC, troviamo il vano per la batteria e la microSD.

Per iniziare ad entrare in confidenza con le prime funzionalità della Canon PowerShot G7 X, è necessario premere il pulsante MENÙ, che propone informazioni di scatto utili all’inquadratura dei soggetti: come griglia, livella elettronica a due assi, istogramma della luminosità, nonché l’accesso alla sezione sulle impostazioni della fotocamera e al menù preferiti, facilmente controllabili date le poche pagine a disposizione.

Le funzioni principali (come ISO, bilanciamento del bianco, verifica della qualità foto/video e filtro ND) sono per la maggior parte collocate presso il bottone FUNCT SET posto al centro del pad, non molto grande e piuttosto pratico da utilizzare. Cliccando in alto si può accedere invece al metodo di avanzamento, a destra per il flash incorporato, in basso per il display e a sinistra per la messa a fuoco e gli altri parametri sopracitati.

Canon PowerShot G7 XLa presenza del pulsante RING FUNC posto appena sopra il pad, si rivela utile per memorizzare la funzione che più si utilizza. La personalizzazione non è infatti particolarmente elevata sulla Canon PowerShot G7 X, in compenso, grazie alla ghiera delle modalità fotografiche con i classici auto, metodi PASM e HDR, l’utente ha la possibilità di acquisire foto ad alto range dinamico anche senza treppiede. Può inoltre sbizzarrirsi con ‘Scatto Creativo‘, che propone una serie di effetti a scelta (il bianco e nero però non è offerto per il formato RAW), un’opzione C personalizzabile, più la funzione di avvio dei filmati. Interessante a questo proposito l’Hybrid Auto, che permette di realizzare un breve filmato in HD (720p) con tutti gli scatti della giornata.

Un’ulteriore vasta gamma di opzioni è offerta poi da ‘Scene’, che permette di decidere se effettuare ritratti, scatti paesaggistici o servizi fotografici in notturna; è anche presente l’opzione ‘Star’ per effettuare foto del firmamento.

 

3. Display, Menù e Funzioni Principali

Canon PowerShot G7 XCominciamo col dire che lo schermo della Canon PowerShot G7 X risulta particolarmente luminoso, può infatti essere visualizzato molto chiaramente anche in condizioni di luce piena, con il settaggio di default posto a 3 livelli di 5. Peccato non sia presente un sensore per la luminosità automatica; inoltre lamentiamo anche la mancanza di un mirino, quanto meno elettronico, anche se per una fotocamera digitale compatta non è poi una pecca così grave.

Grazie al sensore CMOS 1 pollice da 20 Megapixel (che i ben informati dichiarano essere a firma Sony), questa compatta digitale offre variegate possibilità: si difende bene sia in modalità grandangolo che tele, per quanto non sia questa la sua funzionalità di spicco. La Canon PowerShot G7 X propone fotografie di alta qualità in notturna e in modalità ritratto, anche con autoscatto e senza necessità di treppiede, data la presenza dello stabilizzatore e della notevole gamma di sensibilità (125 – 12800 ISO). Inoltre è capace di scattare a raffiche di 6.5 FPS e di effettuare filmati con risoluzione massima 1920 x 1080p a 60 FPS completi di audio stereo.

Oltre al flash incorporato, della portata di 7 metri, questa fotocamera compatta ospita anche uno zoom da 4,2 x, permette poi di effettuare scatti in sequenza a 4,4 fps, filmati in time-lapse e, grazie al filtro Neutral Density (ND), consente di seguire al meglio e di offrire una resa più naturale ai soggetti in movimento.

Particolarmente utile inoltre, anche se da migliorare, l’AF a 31 zone, che seleziona in un campo più ampio i soggetti presenti nella foto in maniera tale da mettere a fuoco tutti quelli più vicini all’obiettivo.

Grazie poi al Wi-Fi integrato e alla connettività NFC la Canon PowerShot G7 X permette piuttosto facilmente e velocemente di trasferire i file in modalità MP4, JPEG e RAW sul PC, sul proprio account ImageSync, irista, Canon iMage Gateway, Flickr e Google Drive, nonché sui social media tramite telefonino. Tra le funzionalità principali, non abbiamo però trovato il GPS anche se tramite l’app Canon CameraWindow, sarà possibile geolocalizzare le immagini nonché gestirle da smartphone o tablet. Stesso discorso per i video, dato che ha una portata di 5 metri.

L’unico difetto importante che ci sentiamo di segnalare per quello che riguarda l’aspetto tecnologico della Canon G7 X PowerShot, è la durata della batteria da 1250 mAh, che non riesce a raggiungere le 8 ore se si abusa anche della modalità video; consigliamo di procurarsene una di scorta prima di partire per un viaggio o una sessione fotografica.

 

4. Qualità Lenti, Immagini e Video

Canon PowerShot G7 XL’obiettivo 8.8-36.8mm f/1.8-2.8 è uno dei migliori tra le fotocamere compatte. Non necessita di copriobiettivo manuale né di meccanismo anti-polvere (essendo fisso), tuttavia le alette di chiusura ci appaiono un po’ delicate. Molto luminoso, anche se non eccezionale in Live View, grazie all’escursione offerta, permette di mantenere un’elevata qualità anche nel taglio dell’immagine. Tutto questo viene compensato dall’ampiezza e potenza del sensore CMOS che riduce drasticamente il rumore anche ad alte ISO. Già ad 800, il rumore appare accentuato ma i colori rimangono fedeli; a 1600, nel RAW il disturbo peggiora e la nitidezza del dettaglio si perde un po’ anche in JPG, in generale però si può dire che fino a 6400 la compatta effettua scatti accettabili, che possono essere eventualmente migliorati in post-produzione.

Le fotografie sono in generale molto nitide e dai colori frizzanti, un aspetto che si rivela di particolare importanza specialmente nella modalità ‘Ritratto’, punto forte della Canon PowerShot G7 X. La maggior profondità di campo offerta dall’obiettivo medio-tele, permette di effettuare scatti in perfetta tecnica bokeh. Dato il significativo passaggio della luce e l’apertura del diaframma a nove lamelle, le sfocature dello sfondo appaiono omogenee, pulite, esattamente circolari, per foto artistiche che offrono maggior risalto ai soggetti, i cui dettagli sono caratterizzati da precisione e ricchezza di livello altissimo.

Canon PowerShot G7 XNotevole anche il controllo delle foto in notturna grazie allo stabilizzatore, alla tecnologia HS System e al processore DIGIC 6 che ottimizzano la resa in condizioni di scarsa illuminazione; per quanto l’esposizione sia facile da gestire, l’ampia gamma dinamica permette già di ottenere elevata qualità d’immagine sia delle aree sovraesposte che di quelle buie, ma solo per il formato JPG. Anche scattando in controluce, non si noterà la decadenza della nitidezza; l’obiettivo perde un po’ ai bordi in modalità grandangolo, ma il difetto, lieve, ammorbidisce solo di poco i dettagli.

Non molto buona invece la resa delle foto a zoom o con il flash, forse per l’elevata portata e potenza. In compenso i professionisti possono scegliere di attivarlo in modalità manuale, definendone anche la compensazione e il funzionamento legato al blocco fuoco/esposizione.

L’Auto Focus non è molto rapido, soprattutto negli interni, ma il suo difetto fondamentale, per altro non nuovo all’azienda giapponese, sta più nell’incapacità di cogliere al primo colpo i soggetti in primo piano, un aspetto che si coglie soprattutto nelle macro e che è stato esasperato nella PowerShot G7 X a causa della nuova e migliorata visuale con cattura di 31 aree, che richiede di effettuare più di un tentativo prima che il soggetto desiderato sia effettivamente messo a fuoco.

Per quanto riguarda i video invece, possiamo dire che la qualità è molto buona, risultano abbastanza fluidi e chiari anche di notte, grazie allo stabilizzatore su 5 assi che permette di liberarsi del cavalletto, ma si sente comunque la mancanza del formato 4K, anche se per il momento non sono molti gli apparecchi compatti capaci di garantire un’elevata qualità sia delle fotografie che delle riprese in UltraHD.

Canon PowerShot G7 X permette di controllare manualmente la profondità di campo, e dunque l’apertura del diaframma, e la velocità dell’otturatore, per ottenere maggior limpidezza delle riprese e naturalezza del movimento, una caratteristica facilitata dalla messa a fuoco ‘assistita’ fornita dalla funzione Focus Peaking. Nonostante questo, la qualità video non raggiunge i livelli sperati né tantomeno quelli degli altri dispositivi della gamma G, ma rimane comunque molto buona, diremmo per uso ‘turistico’. Infine, anche la resa dell’audio è più che sufficiente per un utilizzo di tipo consumer.

 

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Ottima qualità degli scatti
  • Ottimi materiali
  • Buona ergonomia
  • Stabilizzatore potente anche per i video
  • Vasta scelta di modalità fotografiche
  • Schermo visibile anche alla luce del giorno
  • Wi-Fi ed NFC
  • Condivisione dei file facile e veloce
  • Buon rapporto Qualità / Prezzo

svantaggi

Svantaggi

  • Peso
  • Autofocus un po’ lento
  • Qualità delle riprese inferiore alle immagini
  • Poche opzioni disponibili per i video
  • Mancano la possibilità di girare in 4K
  • Manca il mirino

 

Le Nostre Opinioni

Pensiamo che Canon G7 X PowerShot sia una fotocamera compatta di tutto rispetto, che consente di effettuare, grazie all’ampio range dinamico e alla potenza del sensore CMOS, fotografie ottime in qualsiasi condizione di luce. La sua versatilità le permette di essere utilizzata sia per scatti interni che esterni, sia di giorno che di notte. Pezzo forte sono i ritratti, merito dell’apertura del diaframma a nove lamelle che offre poesia ed artisticità allo sfondo, ma si comporta in modo ottimale anche sui paesaggi quando rimane in grandangolo.

Nel complesso Canon PowerShot G7 X è un ottimo device, capace di offrire una qualità fotografica di livello elevato, anche scattando in controluce, al buio e ad alte ISO; si ferma a livello amatoriale invece la qualità video, per questo potremmo definirla una compatta ideale sia per il viaggiatore appassionato che per quello semi-professionale.

 

Voti Finali

  • Design - 8.6/10
    8.6/10
  • Materiali - 8/10
    8/10
  • Ergonomia - 8.4/10
    8.4/10
  • Qualità Immagini - 8.5/10
    8.5/10
  • Qualità Video - 7.9/10
    7.9/10
  • Qualità / Prezzo - 8.4/10
    8.4/10

Voto Totale

8.3/10

 

 

Share Button

Ti potrebbero interessare anche: